Calabria7

Vaccino anticovid, slittano le dosi per i tagli di Pfizer. A rischio anche l’immunità

vaccinazioni oms

Il calendario italiano delle somministrazioni del vaccino anticovid rischia di essere riscritto a causa di tagli alle fornitura annunciati da Pfizer e AstraZeneca. A rischio slittamento sono gli over 60 e i docenti e di conseguenza l’immunità di gregge che è stata posta al 70% della popolazione vaccinata. L’Italia è pronta a inviare a Pfizer una diffida se l’azienda statunitense non compensi rapidamente i tagli.

Molte Regioni hanno già ufficializzato il rinvio a febbraio delle vaccinazioni per gli over 80. In alcuni casi, si andrà direttamente a marzo. Alla fine di quel mese, saranno vaccinati non più di 7,5 milioni di italiani: medici e personale sociosanitario, ospiti e operatori delle Rsa, over 80 e pazienti fragili, oncologici, cardiologici e ematologici. Dovranno aspettare le altre categorie: i 13,4 milioni di italiani tra i 60 e i 79 anni, i 7,4 milioni con almeno una comorbilità cronica, forze di polizia, personale delle carceri e detenuti, e anche gli insegnanti, per cui nelle ultime settimane s’era fatta sempre più concreta l’ipotesi di anticipare i tempi per riaprire in sicurezza le scuole.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Somministra farmaci controindicati agli anziani: 8 morti in Rsa

Andrea Marino

Morto Emanuele Macaluso, storico esponente del Pci

Damiana Riverso

Bimba di 14 mesi in coma, aveva tracce di marijuana nelle urine

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content