Variante Omicron, uno studio: “L’incubazione dura circa 3 giorni”

Potrebbero dunque essere necessari solo tre giorni prima che le persone mostrino i segni dell'infezione, diventino contagiose e risultino positive
variante Omicron del Covid

L’incubazione della variante Omicron dura circa 3 giorni. E’ il risultato di un nuovo studio che definisce il quadro relativo alla nuova variante, già accostata a sintomi Covid più lievi rispetto alla variante Delta.

E’ il 2 dicembre quando il Nebraska Public Health Laboratory identifica la variante Omicron di Sars-CoV-2 nei campioni di 6 persone di età comprese tra 11 e 48 anni. Un’intera famiglia contagiata dal virus, che diventa protagonista di uno studio, pubblicato dai Cdc (Centers for Disease Control and Prevention) statunitensi, che suggerisce un periodo di incubazione più breve per Omicron rispetto alle varianti precedenti: circa 72 ore, 73 per l’esattezza quelle trascorse tra la prima possibile esposizione del caso 1 – un uomo di 48 anni non vaccinato, rientrato da una conferenza in Nigeria – al paziente indice e l’insorgenza dei sintomi.

E’ il 2 dicembre quando il Nebraska Public Health Laboratory identifica la variante Omicron di Sars-CoV-2 nei campioni di 6 persone di età comprese tra 11 e 48 anni. Un’intera famiglia contagiata dal virus, che diventa protagonista di uno studio, pubblicato dai Cdc (Centers for Disease Control and Prevention) statunitensi, che suggerisce un periodo di incubazione più breve per Omicron rispetto alle varianti precedenti: circa 72 ore, 73 per l’esattezza quelle trascorse tra la prima possibile esposizione del caso 1 – un uomo di 48 anni non vaccinato, rientrato da una conferenza in Nigeria – al paziente indice e l’insorgenza dei sintomi.

Tre giorni prima che le si presentino i segni dell’infezione

Potrebbero dunque essere necessari solo tre giorni prima che le persone mostrino i segni dell’infezione, diventino contagiose e risultino positive, secondo quanto emerge dal periodo di incubazione mediano osservato in questo cluster. Considerando che il periodo di incubazione mediano di Sars-CoV-2 originario viene descritto come uguale o superiore a 5 giorni e risulta più vicino a 4 giorni per la variante Delta, i tempi di Omicron potrebbero essere accelerati. L’indagine condotta dagli autori del lavoro scientifico in questione ha incluso tra l’altro un paziente che si è reinfettato anche dopo vaccinazione completa, 4 pazienti che si sono reinfettati e uno al primo contagio.

L’osservazione del cluster da un lato indica l’incubazione abbreviata e una sindrome clinica simile o più lieve rispetto a quella associata a prevedenti varianti (descritte anche in casi di contagio di vaccinati e guariti), ma dall’altro aggiunge evidenze a quelle che già indicano un aumento del potenziale di reinfezione che caratterizza il nuovo mutante. Le cinque reinfezioni, inclusa quella dopo la vaccinazione completa, potrebbero essere spiegate “dalla diminuzione dell’immunità, dal potenziale di evasione immunitaria parziale da parte di Omicron o da entrambi questi fattori”, spiegano gli esperti precisando che “saranno necessari più dati per comprendere appieno l’epidemiologia della variante Omicron”. (Adnkronos)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si giocherà stasera il primo turno dei playoff. Gara secca e senza ulteriori appelli. Alle Aquile basta un pari per la semifinale
Migliaia di persone in piazza con l'obiettivo è di bloccare il progetto fortemente sponsorizzato dalla Lega e dal governo di centrodestra
Mamma di una bambina, racconta di essere stata licenziata nel 2022 per "riduzione del personale". Il tribunale le ha dato ragione, ma i soldi non sono ancora arrivati
I consiglieri comunali d Giuseppe Dell'Aquila e Antonio Pace chiedono al sindaco Sergio Ferrari di precisare aspetti fondamentali
Il sindaco Pellegrino: "Un atto gravissimo che colpisce un professionista e un amministratore integerrimo"
Inutili i soccorsi dell’equipe sanitaria, intervenuta con l'elisoccorso. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Il cane è stato sequestrato
"Non ha trovato la forza né il coraggio di spiegare che produrrà un divario enorme tra Nord e Sud, a livello economico, di servizi e diritti"
Presente anche una folta delegazione di abitanti di Punta Faro in Sicilia e Cannitello a Villa San Giovanni, le aree che saranno espropriate
Progetto “Squadra Mobile”. Operazione di contrasto al fenomeno dell’illecito stoccaggio e smaltimento di rifiuti
l'inviato
L’ex sito industriale sepolto dalle erbacce e a rischio igienico- sanitario. Promessi mega progetti per rilanciare l’area diventata simbolo della decadenza del territorio
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved