Vertenza Abramo Customer Care, futuro appeso a un filo: pressing su Tim e Mise ma tempi stretti

Vertice in Prefettura con il presidente Occhiuto, l'assessore regionale al Lavoro Calabrese e le organizzazioni sindacali

Nuovo incontro in Prefettura sulla vertenza Abramo Customer Care che tiene con il fiato sospeso mille lavoratori. Al vertice convocato dal prefetto Enrico Ricci su richiesta delle organizzazioni sindacali erano presenti anche il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto e l’assessore regionale al Lavoro Giovanni Calabrese. Una soluzione non è stata anche individuata e il tavolo si è chiuso con l’impegno di fare il massimo e il più velocemente possibile per salvaguardare i livelli occupazionali. Troppo poco ancora.

Le proposte sul tavolo

Le proposte sul tavolo

Durante la riunione si è parlato dell’emendamento al decreto Pnrr che avrebbe dovuto prevedere dei fondi per il reskilling degli operatori per il loro impiego in nuovi progetti di digitalizzazione e di servizi per la pubblica amministrazione. L’emendamento però è stato bocciato, ma questa strada sarebbe comunque ancora percorribile. Sulla vertenza pendono le imminenti scadenze delle commesse (30 giugno) e dell’amministrazione straordinaria (8 agosto). Due autentica spade di Damocle che pendono sulle teste di 1000 famiglie calabresi. “Abbiamo rimarcato – scrivono in una nota le organizzazioni sindacali presenti alla riunione – al Prefetto ed alla Regione Calabria che i progetti di riqualificazione di cui si è discusso non sono attuabili nel breve/medio periodo, quindi è necessario trovare una soluzione differente per mettere in sicurezza i lavoratori per poi eventualmente concentrarsi nello sviluppo delle ulteriori opportunità che la Regione dice di voler attuare. La soluzione è una sola, la clausola sociale”.

Per i sindacati bisognerebbe “riassegnare la commessa ad un’azienda solida, togliendola definitivamente ad Abramo Customer Care in Amministrazione Straordinaria e successivamente ragionare di progetti formativi di riqualificazione. Per fare questo è fondamentale la convocazione del tavolo di crisi ministeriale specifico per la Vertenza Abramo Customer Care che tramite Segreterie Nazionali abbiamo richiesto, per richiamare TIM alla propria responsabilità sociale che gli deriva anche dal fatto di essere un’azienda partecipata dello Stato e che è presente in numerose strutture e commesse pubbliche”. Il presidente della Regione Calabria Occhiuto e il pretto di Catanzaro Ricci si sono impegnati ad attivare tutti i canali istituzionali disponibili affinché la convocazione avvenga nel più breve tempo possibile.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved