Calabria7

Vertenza Sittel, senza stipendio da mesi. Carchidi: “Oggi incontro al ministero del Lavoro”

di Damiana Riverso – Sono in attesa degli stipendi di settembre, ottobre e novembre e non si conoscono ancora tempi e modalità di pagamento. Sono i lavoratori Sittel, circa 400 famiglie tra Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Calabria e Sardegna che stanno vivendo un vero e proprio disagio. Rischiano di chiudere il 2020 con ben 4 mensilità arretrate senza tenere conto del mese di dicembre appena iniziato e della tredicesima. In Calabria sono circa 20 persone, che operano in Sittel per la rete Enel, nel Cosentino a vivere questo dramma. Le segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil hanno chiesto l’apertura di un tavolo di crisi al ministero del Lavoro e un incontro alle aziende Tim ed Open Fiber, le cui attività, affidate in appalto a Sittel, rappresentano oltre il 90% del fatturato complessivo dell’azienda. E se le difficoltà economiche preoccupano fortemente, ancor più apprensione è generata dalle continue voci circa la prosecuzione del rapporto contrattuale in appalto tra Sittel e le committenze Se Tim ed Open Fiber, preoccupate della potenziale responsabilità in solido, hanno intenzione legittimamente di affidare le proprie attività ad altre aziende, magari più solide economicamente e meno esposte finanziariamente, non possono non tener conto dei lavoratori che per anni hanno operato per garantire manutenzione e funzionamento sulle proprie reti, e per risolvere guasti e problematiche dei rispettivi clienti. L’incontro con il Ministero è previsto per oggi pomeriggio alle 17:30. Nei giorni scorsi varie manifestazioni sono state organizzate in tutta Italia a sostegno dei lavoratori e non è escluso lo sciopero per l’intero turno di lavoro di domani, giovedì 3 dicembre, con contestuali manifestazioni, nel totale rispetto delle norme anticovid, presso le Prefetture dei territori interessati.

Un tavolo al ministero conquistato

“Nei giorni scorsi diverse azioni di protesta sono state messe in campo in varie realtà d’Italia dove hanno sede i cantieri di Sittel, al fine di sollecitare la convocazione del tavolo di crisi. Nei giorni scorsi abbiamo sollecitato diverse deputazioni parlamentari ed istituzioni locali e organizzato presidi di protesta nei pressi delle varie prefetture. Un tavolo, quello di oggi, conquistato grazie alle iniziative messe in campo dalle strutture territoriali e delle Rsu, che hanno trovato pieno appoggio e sostegno da parte dei lavoratori”. Sono le parole di Daniele Carchidi, Slc Cgil Nazionale Area Tlc – Emittenza, a Calabria7.

“Lavoratori che hanno continuato a lavorare con spirito di sacrificio”

“Chiederemo con forza al Ministero di farsi garante della continuità occupazionale di tutti quelli coinvolti in questa difficile vertenza. Questi lavoratori, considerati “essenziali” dai vari Dpcm, hanno garantito la manutenzione e l’assistenza sulla rete telefonica in tutto il periodo del lockdown permettendo l’accesso alla didattica a distanza ed al lavoro agile. Con spirito di abnegazione e grande sacrificio, – ha aggiunto Carchidi –  seppur in gravi difficoltà economiche hanno mostrato la loro essenzialità, hanno il pieno diritto alla dignità, ad avere garanzie sul loro futuro ed una corretta e puntuale retribuzione”

“Intervenire in tempi rapidi”

“Non credo – ha concluso Carchidi –  si possa risolvere con questo incontro una vertenza complicata come quella di Sittel. Il mondo degli appalti nella impiantistica telefonica ha bisogno di seri interventi normativi, è un settore in cui l’assenza di regole ha generato negli anni dumping, proliferazione del subappalto e l’instaurarsi di “aree grigie”. Oggi sarà sicuramente interlocutorio, ma l’auspicio è che l’intervento del Ministero possa sensibilizzare azienda e committenze ad intervenire in tempi rapidi per individuare soluzioni volte a salvaguardare reddito ed occupazione dei lavoratori coinvolti”

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Turismo, Lo Papa: “Dieta mediterranea può rilanciare regione”

Matteo Brancati

Cosenza, consigliere Spadafora replica a opposizione

Matteo Brancati

Gli studenti a Catanzaro si affacciano per cantare l’inno di Mameli (VIDEO)

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content