Calabria7

Vibo, il Comune acquista a basso costo lo stadio ‘Razza’

di Nico De Luca

Ora è ufficiale: lo stadio di Vibo Valentia diventa di proprietà comunale.

C’è voluto mezzo secolo e più ed un sindaco donna per annunciare un obiettivo di prestigio considerando il seguito e la passione dei tifosi di calcio.

L’amministrazione guidata da Maria Limardo aveva ricevuto una pesante eredità, non avendo l’ente pagato il canone degli ultimi venti anni.

Il debito nei confronti del demanio era così lievitato, si parla di oltre settantamila euro.

Ma grazie alla riforma sul Federalismo fiscale ed alla esperienza di qualche figura strategica del palazzo comunale il risultato è stato portato a casa.

Del resto già dalle prime settimane di insediamento il sindaco aveva valutato l’opportunità di ottenere un obiettivo inseguito (forse…) vanamente dalle precedenti compagini amministrative.

Lo stadio Luigi Razza è stato così acquistato dal Comune ad un prezzo molto accessibile (circa il 30% del totale) mediante alchimie burocratiche legittime e vantaggiose.

Ora il tempietto del calcio rossoblu potrebbe persino ambire a migliorie logistico-strutturali che step-by-step potrebbero farne un piccolo ma confortevole stadio moderno.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Riforma assetto normativo commissioni, sarà presentata proposta ad Anci Nazionale

Matteo Brancati

Regionali, Flora Sculco incontra rappresentanti “La Prossima Crotone”

Mirko

Violazione sorveglianza speciale e resistenza a pubblico ufficiale, arrestato

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content