Calabria7

Vibo, Mogol conquista il pubblico di ‘Leggere&Scrivere’

Una serata all’insegna della grande musica, con un maestro dell’arte, della poesia e del pop Italiano, Mogol. Il grande paroliere della musica italiana, ieri ospite del festival Leggere&Scrivere 2019, ha ripercorso gli oltre 60 anni di carriera che lo hanno visto protagonista della scena artistica italiana come autore di testi e produttore discografico. Mogol – dopo il saluto del presidente della Regione, Mario Oliverio – attraverso la sua carriera ha raccontato pagine della storia e non solo della musica italiana, con aneddoti, particolari inediti, dalle prime composizioni all’incontro con Lucio Battisti. “Lucio Battisti? Me lo presentò una mia amica francese”, ha detto l’autore, fra gli alti testi, di “Una lacrima sul viso” aggiungendo che “l’importanza del talento” è come il famoso campo di grano della canzone, “va coltivato e non bisogna aver paura di coltivarlo”.

Grande apprezzamento e tributi di applausi sono arrivati da parte del pubblico del festival che ha riempito in ogni suo posto l’Auditorium dello Spirito Santo e ascoltato con attenzione l’intervento dell’artista.

Continua oggi il fitto programma di Leggere&Scrivere, su www.festivaleggerescrivere.it tutti gli appuntamenti.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Difesa del suolo, dalla giunta regionale interventi per 20 milioni

bruno mirante

Contributo Covid agli studenti fuori sede, il Pd: “Dov’è finito lo stanziamento?”

Damiana Riverso

Rinascita Scott, il gup si astiene: stralciata la posizione del boss di Zungri

Maurizio Santoro
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content