Calabria7

Vigilare sui farmaci, a Catanzaro uno dei 40 Comitati etici territoriali italiani

farmaci

L’elenco che, con la nuova legge,individua,soltanto,un numero massimo di 40 Comitati Etici in tutto il territorio italiano (prima del decreto oltre 160), comprende anche il Comitato Etico Regione Calabria Sezione Area Centro, ubicato presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Mater Domini di Via Tommaso Campanella a Catanzaro, in quanto, nel corso degli ultimi anni si è distinto per la valutazione di numerosi ed importanti studi sperimentali nazionali ed internazionali in qualità di centro coordinatore. La notizia è stata accolta con enorme soddisfazione da Pietrantonio Ricci che ha voluto elogiare l’operato dell’organismo da lui presieduto: ”un vero punto di riferimento non solo a livello regionale ma anche a livello nazionale e internazionale”. Ricci ha messo in rilievo come l’organismo sia indipendente e terzo, pure rispetto all’Azienda Ospedaliera Mater Domini da cui è ospitato.

Comitato etico a Catanzaro

 

Lo stimato professore ha ribadito come il Comitato si autofinanzi e abbia il compito delicatissimo di validare nuovi farmaci o strumenti medici e diagnostici, fornendo per legge pareri – obbligatori e vincolanti – di alto valore scientifico, utili a preservare la sicurezza dei pazienti ma al contempo degli stessi sperimentatori. “Inutile nascondervi, – ha aggiunto Ricci – l’orgoglio per il riconoscimento ottenuto con l’assegnazione della gestione della Calabria intera”. Il presidente ha voluto, inoltre, sottolineare come il prestigioso riconoscimento del Comitato Etico Regione Calabria Sezione Area Centro sia stato possibile anche grazie al prezioso apporto della segreteria scientifica di cui è dirigente responsabile Luigi Mancuso, a cui vanno “i miei più sentiti ringraziamenti – ha detto Ricci – per l’enorme mole di lavoro svolto dalla sua equipe che, con grande competenza e professionalità ha consentito all’intero Comitato di poter procedere, nei tempi previsti, alla valutazione degli aspetti etici e scientifici di tutte le sperimentazioni cliniche, proposte dai promotori, al fine di tutelare i diritti, la sicurezza e il benessere delle persone coinvolte”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Covid e solidarietà, i carabinieri di Rogliano donano il plasma

Mimmo Famularo

Gettonopoli, Celia formalizza dimissioni: “In piazza contro la vergogna”

manfredi

Maltrattamenti e lesioni all’ex moglie, arrestato quarantenne a Reggio Calabria

Antonio Battaglia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content