Vincenzo Speziali (UdC): “Sul caso del Tribunale di Vibo sono d’accordo con Talerico”

"Però da sempre e prima di lui, ho stigmatizzato i comportamenti di alcuni magistrati e farò presentare pure io interrogazione parlamentare"

“Può capitare e difatti questa è una delle occasioni in cui si verifica, la giusta e doverosa convergenza, tra me e Antonello Talerico”. Così il Responsabile Regionale Calabria e membro della Direzione Nazionale dell’UdC, Vincenzo Speziali. “Intendiamoci: se uno dice qualcosa di condiviso e condivisibile – continua Speziali – ma soprattutto esprime un concetto giusto, chiunque esso sia il soggetto in questione, ha il mio supporto, quindi, non ho difficoltà a sostenere la posizione e le intenzioni di Antonello Talerico, in merito alla vicenda del Tribunale di Vibo Valentia e in ‘soccorso’ non solo alla posizione di ‘lecita’ denuncia del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati locali, ma soprattutto a tutela della vera e propria ‘intimidazione’ (come giustamente l’ha definita Talerico) che essi stessi hanno ricevuto, dal Presidente del medesimo Tribunale.”

“Certo, è vero, il Consigliere Comunale, Regionale e del Consiglio Nazionale Forense Talerico da buon ultimo, ha iniziato a focalizzare lo sconfinamento verbale (ma non dal punto di vista funzionale) della categoria o comunque dell’Ordine Giudiziario (che, come Ordine Professionale, amministra un Potere dello Stato, ma non è il Potere in questione, come ben mi ha insegnato Francesco Cossiga) e comunque, il sottoscritto lo dice da anni, precisamente dal 1992, perciò ne sono passati ben trentadue”.

“Insomma, vi è più credibilità da parte mia – e non solo in questo caso – eppure non ne faccio una questione di primogenitura, anzi, proprio perché condivido sinceramente il tutto, mi attiverò pure io, alfine di fare presentare anche da parte del mio Partito, una specifica interrogazione parlamentare in tal senso e per tale questione, persino rassicurando il vicepresidente del partito dello stesso Talerico – cioe` il mio caro amico On. Pino Bicchielli – che stavolta il suo (pro tempore) Coordinatore Regionale (cioè sempre Talerico), non lo sottoporrà a mortificanti smentite da parte del Governo.”

In più, la stessa interrogazione che farò in modo di far protocollare la prossima settimana, dovrà contenere quesiti specifici, sia su come si intende procedere per permettere lo svolgimento e l’espletamento della legale attività forense degli avvocati (garantita anche e soprattutto in Costituzione), nonché chiedere pubblica e concettuale tutela, a fronte di quella che pure io definisco – al pari di Talerico che l’ha riportata e così espressa – intimidazione (per me intollerabile ed illegale, come sono tutte le intimidazioni!) da parte del presidente del Tribunale di Vibo Valentia, avverso la nota del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, la cui unica colpa è stata solamente quella di aver avuto il coraggio di difendere la dignità professionale e denunciare la condizione – triste e decadente – in cui si trovano ad operare legittimamente.”

“In uno Stato di Diritto, difatti, esiste certezza del medesimo, allorquando viene consentito a tutti di svolgere le proprie funzioni, per di più disciplinate dalla legge, quindi non solo ad una o a due parti del processo (cioè attinenti ai magistrati giudicanti e quelli della pubblica accusa,) semmai a tutt’e tre le componenti del dibattimento, perciò deve esser inserita, inevitabilmente e come è giusto che sia!- pure la ‘difesa’, elemento cardine della civiltà giuridica”, conclude.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
"Difendiamo il prodotto italiano" è lo slogan della mobilitazione degli agricoltori
Tra i rifiuti bruciati c'era anche della plastica, i cui fumi inalati rischiano di provocare un avvelenamento da sostanze chimiche tossiche e danni alla trachea, alle vie respiratorie e ai polmoni
È il modello che viene utilizzato per il versamento di tributi, contributi e premi e permette, nella stessa operazione, anche la compensazione di eventuali crediti
In genere avviene dopo 10 anni, ma ci sono anche casi in cui interviene prima: in quali casi succede
Da gennaio 2024 sono stati confermati 5 cinque casi nella stessa regione
L'Intervista
Lo scenario prefigurato dal docente Unical che estende il problema a tutto il Paese: "Lo Stato rischia di fallire"
l'inviato
In 200 vivono nel totale degrado in uno degli angoli più nascosti della tanto osannata Perla del Tirreno. Mezzo secolo di promesse e mancate risposte
Si tratta di due migranti di circa 30 anni, accusati di reati contro il patrimonio e la persona
Ceraso: “Oggi la mia gente ha dimostrato di non avere paura, sono orgoglioso di essere il loro sindaco”
Per ricostruire la dinamica dell'incidente sono intervenuti i carabinieri e gli ispettori dell'azienda sanitaria locale
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved