Calabria7

Viola i sigilli e viene sorpreso insieme ad una donna in una villetta abusiva di Stalettì, denunciato

Ha violato i sigilli di una delle settantuno villette sequestrate il 17 dicembre dell’anno scorso in località Panaja, a Caminia, nel Comune di Stalettì nel Catanzarese in esecuzione di un provvedimento del gip Giulio De Gregorio su richiesta del sostituto procuratore Graziella Viscomi. Un sequestro preventivo finalizzato alla confisca disposto a causa di una serie di illeciti: case abusive costruite senza la concessione demaniale marittima che viene rilasciata dalla competente Capitaneria di porto, in violazione dei vincoli paesaggistici, villette costruite tra i pali della luce, senza il rispetto della distanza minima di sicurezza l’una dall’altra in una zona balneare della costa jonica di grande attrazione turistica. Ed è proprio qui che è successo un fatto anomalo nel pomeriggio di martedì scorso intorno alle 15.30: un uomo, figlio del proprietario dell’abitazione, che si trovava in compagnia di una donna, ha rimosso i sigilli in piombo posti al cancello di ingresso e al portone dell’immobile entrando in casa, non curante che i carabinieri della Polizia giudiziaria della Procura di Catanzaro si trovavano sul posto per controllare e sovrintendere i lavori di sgombero iniziati il 7 aprile. Gli uomini della pg lo hanno sorpreso sul fatto per poi identificarlo, denunciando il 42enne in Procura per violazione dei sigilli posti sotto sequestro giudiziario. (g. p.)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Covid-19, giovane lancia allarme sui social:” Sono positivo al virus e sono stato in due discoteche di Soverato”

Giovanni Caglioti

Doppio incidente stradale, gravi due donne

Francesco Cangemi

Tallini: “Restituita dignità alla città di Lamezia”

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content