Violazioni urbanistico-edilizie nella Presila catanzarese, sequestrata maxi area

All’interno dell’area erano presenti degli immobili di considerevoli dimensioni nelle cui vicinanze risultavano depositati ingenti quantità di materiali edili di vario genere
presila catanzarese

I finanzieri del Gruppo di Lamezia Terme, nell’ambito di indagini in materia di tutela ambientale e salvaguardia del territorio, hanno individuato un’area in un comune della Presila catanzarese – di circa 7 mila metri quadri con estesa presenza boschiva – nella quale era stato eseguito uno sbancamento di notevoli dimensioni con mezzi meccanici posti nelle immediate vicinanze.

All’interno dell’area erano presenti degli immobili di considerevoli dimensioni nelle cui vicinanze risultavano depositati ingenti quantità di materiali edili di vario genere. Pertanto i militari, insospettiti dalla presenza del materiale edile e per le modalità di scavo eseguito, tra l’altro in prossimità di una rete ferroviaria, hanno ispezionato l’interno dell’area al fine di verificare la regolarità degli interventi, ovvero il possesso dei titoli autorizzativi per l’esercizio delle attività commerciale legata alla presenza dei materiali edili e dell’estrazione del materiale inerte.

All’interno dell’area erano presenti degli immobili di considerevoli dimensioni nelle cui vicinanze risultavano depositati ingenti quantità di materiali edili di vario genere. Pertanto i militari, insospettiti dalla presenza del materiale edile e per le modalità di scavo eseguito, tra l’altro in prossimità di una rete ferroviaria, hanno ispezionato l’interno dell’area al fine di verificare la regolarità degli interventi, ovvero il possesso dei titoli autorizzativi per l’esercizio delle attività commerciale legata alla presenza dei materiali edili e dell’estrazione del materiale inerte.

Nel corso del controllo, i militari hanno appurato che l’area era nella disponibilità di un’azienda locale dedita alla commercializzazione di materiale edile, che utilizzava gli immobili come magazzini e, impiegando i mezzi di movimento di sua proprietà, conduceva inoltre l’attività di estrazione di materiale inerte scavando la limitrofa area boschiva. La predetta azienda, al fine di aumentare la superficie dei piazzali utilizzati come deposito di materiale edile destinato alla vendita, aveva incanalato le acque di un canale – che attraversava l’area sbancata – all’interno di una condotta in cemento e attraverso i mezzi di movimento, aveva riempito l’alveo con terreno successivamente livellato al piano dei piazzali già esistenti.

Le successive verifiche presso gli Enti competenti hanno permesso di rilevare che gli immobili erano stati realizzati abusivamente in area sottoposta a vincolo idrogeologico e che l’azienda esercitava l’attività di estrazione del materiale inerte senza alcuna autorizzazione. Le investigazioni hanno permesso di acquisire gravi indizi di reità a carico degli amministratori della società e dei proprietari dei terreni interessati, per plurimi reati in materia ambientale ed abusivismo edilizio, e di sottoporre a sequestro preventivo l’intera area della superficie di circa 7.000 metri quadri.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nella finale mondiale azzurri ancora ko (6-4) nella finale contro la Seleçao, imbattibile sulla sabbia di Dubai
Serie D
Altra vittoria pesantissima per il Trapani, che ipoteca la promozione in Serie C
Il messaggio che viene fuori dal seminario organizzato nel Cosentino intende rilanciare quello che è stato il caposaldo dell’inclusione per le persone non vedenti
Lo scontro ha interessato una Fiat Grande Punto e una Volkswagen Golf. Durante le operazioni di soccorso la strada è stata momentaneamente bloccata
Allarmata preoccupazione del presidente Paolo D'Achille in una lettera aperta alla ministra Anna Maria Bernini e al rettore dell'Ateneo di Bologna, Giovanni Molari
La giovane è riuscita a dare l'allarme e a denunciare l'accaduto
''Dovrebbero essere cancellati i loro visti'', ha detto il presidente ucraino
L'elogio dello stilista al presidente del Consiglio: "Ha due elementi importanti in corpo abbastanza robusti, non ce li ha ma è come se ce li avesse"
Sono stati i vicini di casa a chiamare i soccorsi. I medici del Suem arrivati sul posto hanno stabilizzato il giovane che è stato trasportato in ospedale
Al corteo, che si sta svolgendo sotto una pioggia battente, partecipa la segretaria del Pd, Elly Schlein
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved