“Non dire niente che m’attaccanu”. Bidello violenta una 13enne nei bagni di una scuola nel Reggino

La denuncia è stata presentata dalla tredicenne e dai suoi genitori, con la consegna della registrazione delle minacce

Avrebbe seguito una studentessa di 13 anni nei bagni della scuola e, dopo averle bloccato ogni via di fuga, l’avrebbe molestata, intimandole di non dire nulla. La ragazza ha avuto però la prontezza di spirito di registrare, con il cellulare, le minacce ricevute e, accompagnata dai genitori, ai quali aveva rivelato tutto, le ha consegnate come fonte di prova ai carabinieri. 


È avvenuto a Taurianova, nel Reggino, dove, con l’accusa di violenza sessuale aggravata su minorenne, su richiesta del Procuratore della Repubblica di Palmi, Emanuele Crescenti, e del sostituto procuratore Letterio De Domenico, il gip, Anna Laura Ascioti, ha disposto la sospensione di un collaboratore scolastico di 65 anni. La misura cautelare è stata eseguita dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria.


È avvenuto a Taurianova, nel Reggino, dove, con l’accusa di violenza sessuale aggravata su minorenne, su richiesta del Procuratore della Repubblica di Palmi, Emanuele Crescenti, e del sostituto procuratore Letterio De Domenico, il gip, Anna Laura Ascioti, ha disposto la sospensione di un collaboratore scolastico di 65 anni. La misura cautelare è stata eseguita dai carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria.

Le molestie

I fatti risalgono al 2023, quando la vittima frequentava l’ultimo anno di scuola media nel plesso scolastico in cui faceva servizio l’indagato. Stando alla ricostruzione degli investigatori, nel corso delle attività pomeridiane, l’indagato avrebbe dapprima iniziato a rivolgere apprezzamenti alla tredicenne per poi iniziare a seguirla negli spostamenti lungo i corridoi. Dopo mesi di molestie, riferiscono i carabinieri, l’uomo, in un’occasione, avrebbe approfittato di un momento di pausa dalle lezioni per seguire la studentessa nei bagni e molestarla.  La denuncia presentata dalla tredicenne e dai suoi genitori, con la consegna della registrazione delle minacce rivolte dal collaboratore scolastico alla ragazza, ha fatto scattare le indagini che hanno portato alla sospensione dell’uomo. 

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved