Calciomercato

Vivarini resta a Catanzaro o va al Venezia? Cosa dicono gli esperti di mercato Di Marzio e Pedullà

Dopo l’addio del direttore sportivo Magalini destinato al Bari, anche l’allenatore potrebbe lasciare per volare in Serie A. Ecco tutti gli indizi

Dopo Magalini, tocca a Vivarini? L’addio dell’allenatore è sempre più probabile e le sirene della Serie A vanno oltre il contratto che lo legherebbe al Catanzaro (solo teoricamente) fino al giugno del 2025. Gianluca Di Marzio e Alfredo Pedullà, due dei più importanti e autorevoli giornalisti specializzati in calciomercato, sono concordi: i contatti tra Vivarini e il Venezia non concreti e l’interesse dei lagunari fortissimo.

Perché il Venezia è il pole position

Perché il Venezia è il pole position

Il Venezia è a lavoro da diversi giorni per sostituire Paolo Vanoli che ha già detto si a Urbano Cairo e al Torino pronto a pagare la clausola rescissoria pur di assicurarsi l’allenatore che ha riportato i lagunari in Serie A vincendo i playoff. Secondo quanto scrive Venezia Sport  ad oggi l’incontro più convincente è stato quello con Vincenzo Vivarini. L’impatto dato dal tecnico del Catanzaro è stato positivo e a sua volta il mister è orientato a dare la sua disponibilità se Antonelli dovesse scegliere definitivamente lui. Una versione indirettamente confermata da Tuttoudinese, il portale che segue il club friulano che parla di una clausola che permetterebbe allo stesso Vivarini di liberarsi dall’accordo in essere con il Catanzaro in caso di proposta della Serie A. L’Udinese era interessata ma il tecnico giallorosso sembra orientato ad accettare la proposta lagunare.

Cosa dice Gianluca Di Marzio

Uno dei principali esperti di mercato Gianluca Di Marzio ha scritto che nella giornata di ieri il Venezia avrebbe incontrato Eusebio Di Francesco reduce dall’amara retrocessione con il Frosinone. Ma non solo: nel casting anche Salvatore Bocchetti e Marco Giampolo, mentre giovedì 6 giugno il direttore sportivo Filippo Antonelli avrebbe avuto un faccia a faccia anche Vincenzo Vivarini: “Ho un ottimo ricordo, quest’anno ha fatto molto bene, come identikit ci sta. Oggi Venezia ha la possibilità di mettere in vetrina non solo giocatori ma anche allenatori”, le parole dello stesso Antonelli a La TV di Pescara. Per Di Marzio l’incontro con Vivarini è stato positivo e avrebbe superato nelle preferenze tutti gli altri, compreso D’Aversa indicato come papabile a sedersi sulla panchina del neopromosso Cesena. Riassumendo: Vivarini è in pole ma attenzione a Di Francesco.

Cosa dice Alfredo Pedullà

Sul rebus panchina per Vincenzo Vivarini, l’esperto di calciomercato di Sportitalia Alfredo Pedullà, calabrese di Reggio e grande tifoso della Reggina, ha dedicato un apposito pezzo scrivendo:  “Difficilmente il tecnico resterà a Catanzaro malgrado un contratto, ma vedremo. Potrebbe seguire il direttore sportivo Magalini a Bari? Non è escluso, ma complicato. Vivarini ha cambiato agente, aveva una proposta del Sassuolo che poi ha scelto Grosso. Adesso si sono registrati contatti con il Venezia”. In un altro articolo ha invece svelato il retroscena per il quale Vivarini non è andato al Sassuolo: “Il Catanzaro gli ha detto che lo avrebbe liberato soltanto in caso di una chiamata dalla Serie A. Il Sassuolo lo aveva messo per distacco al primo posto della lista, avrebbe chiamato Vivarini se non fosse retrocesso, ma con la B ha avuto la strada sbarrata e ha dovuto ripiegare su Grosso. Adesso, come anticipato ieri, Vivarini è nome caldo per la panchina del Venezia e lo ha confermato anche il direttore sportivo Antonelli. Vivarini era stato sondato anche dal Cagliari, ma il Venezia sta procedendo e lavora per chiudere. In caso di Serie A, il Catanzaro libererebbe Vivarini e ci sono buoni margini”.

LEGGI ANCHE | Magalini a un passo dal Bari, Vivarini attratto dalla Serie A: Catanzaro alla fine di un ciclo?

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved