Calabria7

Minacciano gestore perché il conto è salato, nei guai 4 giovani

All’esito di una puntuale attività investigativa, la Squadra Mobile di Vibo Valentia, con il coordinamento della locale Procura della Repubblica, ha fatto luce sulle gravi condotte perpetrate, lo scorso 29 Maggio, ai danni dei gestori del ristorante “Mary Grace”, sito a Vena di Ionadi (VV) in via Nazionale n. 460. Si tratta di quattro ragazzi, di età compresa tra i 19 e i 21 anni, tutti residenti a Piscopio (VV):

1. RIPEPI Michele, nato a Vibo Valentia il 10.02.2000, già gravato da
precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e contro la persona;
2. CARNOVALE Michele, nato a Vibo Valentia il 16.08.2000, incensurato;
3. BATTAGLIA Salvatore, nato a Vibo Valentia il 03.03.1998, incensurato;
4. D’ANGELO Michele, nato a Vibo Valentia il 21.06.2000, incensurato.
­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­­
Le indagini svolte nell’immediatezza, sviluppate attraverso l’analisi delle immagini dei sistemi di video sorveglianza e i racconti forniti dalle persone in grado di riferire ogni circostanza utile, hanno permesso di cristallizzare tempestivamente la dinamica dell’accaduto, giungendo all’individuazione dei responsabili e risalendo al tipo di autovettura utilizzata dagli stessi.

In particolare, è stato accertato che i quattro avventori, dopo essersi recati al ristorante ed aver consumato regolarmente la cena, hanno avuto un alterco, scaturito per futili motivi, con i due titolari, pretendendo di pagare una somma diversa da quella dovuta e proferendo frasi dal tenore fortemente dispregiativo, quali “dagli 50 Euro che gli bastano!” e “pigliateli di salute!”. La discussione è poi proseguita con i quattro che, non contenti e perseverando in un atteggiamento prepotente, con tono minaccioso hanno esclamato “ci vediamo domani mattina…anzi tra cinque minuti!”. Ritornati dopo circa un quarto d’ora, hanno fatto nuovamente ingresso nel locale al fine di rivendicare le loro ragioni su quanto accaduto poco.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Imponimento, fermo convalidato per i primi 41 indagati

nico de luca

Mesoraca, deteneva droga e munizioni: arrestato 43enne

manfredi

Processo “Gotha”. L’ex presidente Scopelliti si avvale della facoltà di non rispondere

Damiana Riverso
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content