Calabria7

“Vu cumprà” in spiaggia non vende e tenta di aggredire un poliziotto di Catanzaro

Decine e decine di venditori ambulanti affollano le nostre spiagge proponendo di tutto e di più: dagli occhiali da sole all’ultima moda ai gioielli di origine indiana e già sappiamo che a partire dal 16 agosto ci proporranno ombrelli e giubbotti, anticipando di un bel po’ l’inverno. Adesso, però, non ci si limita semplicemente “al vu cumprà?”, alcuni venditori ambulanti sono diventati più insistenti: alzano la voce di fronte a un no, sono pronti ad insultare e in alcuni casi vanno anche oltre, complice forse il caldo di troppo o gli affari che non vanno proprio bene. E’ quel che è successo nella spiaggia di Roccelletta di Borgia: un ambulante, venditore di scarpe di marca, taroccate, si avvicina ad un ombrellone guardando dritto negli occhi una donna, quasi a volerle chiedere: “vuoi comprare qualcosa?”.  E’ bastato un semplice “no grazie” per scatenare in pochi secondi un putiferio: “nessuno ti chiede nulla, non ti ho chiesto niente”. Il commerciante di origini africane, inizia ad inveire contro la donna senza soluzione di continuità e contro il marito, ironia della sorte, un poliziotto di Catanzaro, libero dal servizio, che intanto gli chiede, con tanto di educazione di andar via.  L’ambulante inizia ad offendere il poliziotto e tenta di aggredirlo, mentre i bagnanti fanno scudo sull’agente, che senza perdere la calma e senza abusare dei suoi poteri prova col cellulare a chiamare i colleghi. La rivolta dei bagnanti induce il commerciante a desistere e ad andar via. Come si suol dire tutto bene quel che finisce bene. (g.p.)

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Nuova presidente all’AMMI Catanzaro, i complimenti della Ferro

manfredi

Camera di Commercio Catanzaro, approvato Bilancio Consuntivo 2018

Mirko

Premio alla legalità al carabiniere che catturò 14 latitanti calabresi (VIDEO)

Maurizio Santoro
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content