Calabria7

Wushu-Kung Fu, torneo “Drago di Primavera”

Si è svolto ancora a Vibo Valentia presso il Pala Valentia, il tanto atteso Torneo Drago di Primavera, torneo nazionale Open di Wushu – Kung Fu, organizzato dall’Accademia Centrale Wushu Catanzaro del M° Massimo Scalzo, per conto della Federazione Sportiva Culturale PWKA e di MSP Italia.

Un altro grande successo per questa manifestazione sportiva, oramai storica, giunta alla sua dodicesima edizione, orgogliosamente “made in Calabria” diventata il più grande evento al sud Italia, oltre che uno dei più importanti e rinomati a livello nazionale, al quale la partecipazione è aperta a tutte le scuole di qualsiasi federazione o ente di promozione sportiva.

Oltre 400 atleti partecipanti di 23 associazioni da tutta Italia, hanno fatto sì che le due intense giornate di gara si riempissero di emozioni e colori, attraverso i tanti atleti di ogni età e livello che hanno avuto l’opportunità di confrontarsi in tutte le specialità del Wushu – Kung Fu, nel solito clima di serenità ed amicizia che da sempre contraddistingue il Drago di Primavera.

La professionalità di 25 arbitri e giurati hanno gestito la competizione su quattro pedane, per quanto riguarda il Taolu (forme) tradizionale, moderno, stili interni e TuiShou, su due pedane per quanto riguarda il combattimento tradizionale, Sanda e Qingda.

Dopo la sfilata delle società partecipanti, che ha visto sfilare tutti il 400 atleti, il saluto del presidente PWKA M° Walter Lorini, si è passati alla consegna dei premi speciali quali: la società con più numero di iscritti, vinto dalla Shuai Chiao Wushu Calabria di Catanzaro del M° Domenico Gallo; la società proveniente da più lontano, vinto dalla Dimensione Shaolin di Suisio (BG) del M° Ermanno Carminati; l’atleta più Longevo del torneo, vinto da Mauro Angelo della Scuola Wushu Shaolin SD di Catania del M° Sergio D’agostino; l’atleta più Giovane del Torneo, vinto da Beatrice Matera della IWA Shen Xin Wushu di Cropani Marina dell’Istruttore Kristian Kaczmarky.

Di seguito, il Giuramento dell’Atleta letto da Leandro Gariani dell’Accademia Centrale Wushu Catanzaro, il Giuramento del Giudice letto dal M° Gianmarco Cosentino di Catania, ed immancabile come nei più prestigiosi eventi di Wushu – Kung Fu, la tradizionale Danza del Leone, con musica tradizionale cinese suonata dal vivo, offerta dalla ASC Catania del M° Carmelo Scaletta, che ha animato l’evento in un perfetto clima orientale. Non poteva mancare l’inno nazionale, il saluto tradizionale del M° Massimo Scalzo e poi via alle competizioni.

Ancora una volta il torneo Drago di Primavera, si confermato un grande successo, dove ogni atleta ha avuto la possibilità di confrontarsi e crescere con atleti di altre scuole, in amicizia e sano agonismo.

Il confronto sportivo, fondamentale per la crescita personale, caratteriale, emotiva e tecnica di ogni atleta praticante, ha sempre trovato una delle più sane espressioni proprio nel Drago di Primavera, facendo crescere, riflettere e migliorare le centinaia di  atleti che vi anno partecipato in queste dodici edizioni.

Infine, la speranza è quella per il prossimo anno di riuscire a portare l’evento nella città Capoluogo di regione e renderla, almeno per due giorni “Capitale del Wushu in Italia”.

Redazione Calabria 7 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Elezioni Vibo, candidato Limardo scrive ai cittadini

Matteo Brancati

Oneri rifiuti, sindaco di Borgia rassicura: ‘Il Comune ha pagato tutto’

nico de luca

Solidarietà, libro su piccolo Cisse apprezzato dai cosentini

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content