Zinga non si vergogna più del Pd: “Ho solo passato il testimone”. Appello per Bruni: “Gli altri sono voti persi”

L’ex segretario a Catanzaro rispolvera il “voto utile” e si mostra ottimista sulla strategia dei dem: “La partita è apertissima”

di Sergio Pelaia – Va bene che in campagna elettorale si debba sempre trasmettere ottimismo, ma quello mostrato da Nicola Zingaretti, ospite della Festa regionale dell’Unità a Catanzaro, sembra un vero e proprio sdoppiamento. Sei mesi fa, dimettendosi da segretario nazionale del Pd, diceva di vergognarsi di un partito in cui si parlava “solo di poltrone”. Oggi, arrivato in Calabria per sostenere Amalia Bruni, afferma che lui non ha “lasciato il campo”, ma ha solo “passato il testimone a Enrico (Letta, ndr)” per “continuare la stessa corsa”, ovvero la “strategia di costruzione di grande alleanza attorno a un partito unito”. E “i dati ci stanno dando ragione”.

Partita “apertissima”

Partita “apertissima”

Il fatto che Zingaretti sia sostanzialmente contento di come vadano le cose nel Pd dimostra, una volta di più, che la partita nazionale si decide altrove. Quella delle Regionali calabresi secondo lui è comunque “apertissima”, Amalia Bruni è “un’eccellenza” e la sua candidatura “è la sola che può frenare la destra”. Alle domande sulla frammentazione a sinistra l’ex segretario risponde che “in democrazia è importante la pluralità di idee, ma poi ci sono i sistemi elettorali come il maggioritario e in questo caso la partita è a due”. Insomma c’è “rispetto per le idee di chi si candida” al di fuori del Pd, ma “Amalia ha dalla sua la ricchezza di liste e la forza dell’unità”. Dunque “gli altri sono voti persi”.

L’incontro e il voto “utile”

Zingaretti poi afferma che in realtà è il centrodestra, a livello nazionale, ad essere “spaccato tra governo e opposizione”. Infine, per coronare lo sdoppiamento, ricorda di aver incontrato la scienziata un anno e mezzo fa quando fece visita al Centro regionale di neurogenetica. Non menziona Pippo Callipo, a cui era affiancato in quell’occasione, ma rispolvera il “voto utile” (ma “per i calabresi”, aggiunge) come già fu fatto nella precedente campagna elettorale. Tutti sanno come sia finita.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved