Eucaliptus, intimidazioni al villaggio turistico: la replica della Famiglia Mangone Coraci

In merito all’episodio avvenuto al villaggio turistico “Eucaliptus”, nel Comune di Simeri Crichi, tramite il proprio legale, Avv. Pizzari, la sig.ra Carmelina Mangone e i suoi figli. replicano all’articolo che raccontava l’incendio riguardante tre passerelle della stessa zona turistica.

“Muovendo dall’incendio, avvenuto nella notte del 26/8/2019, di alcune passerelle allocate sull’arenile demaniale antistante il Villaggio Eucaliptus in Simeri Mare, si è sconfinati in un campo di esclusiva pertinenza investigativa attribuendo a tale azione deliittuosa, senza motivazione apparente, i connotati della metodica intimidatoria quale aggravante tecnica di chiara matrice criminale. Non paghi della gratuita ed usurpata ipotesi investigativa, si è poi andati oltre, dipingendo l’azione quale “stillicidio di tracotanza e spavalderia che da tempo impone la cultura della violenza” con ciò inserendo quel gesto in un più amplio e programmato disegno criminoso destinato ad imporre un clima di violenza all’interno del Villaggio e scientificamente creato per impedirne il suo sviluppo. Gli scenari criminali dipinti nell’articolo pubblicato online il 27/8/2019 hanno poi l’aggravante di condividere, sempre online, un precedente articolo del 26/6/2019, cliccabile, al cui interno vi è esplicito riferimento ad altri episodi delittuosi in danno di Sergio Gaglianese, amministratore del condominio Villaggio Eucaliptus, che, spinto dall’incendio del 24/6/2019 ad alcuni beni del condominio, ha scritto una lettera, indirizzata alle Istituzioni Nazionali e Locali e riprodotta fedelmente sugli articoli online, attraverso la quale ha descritto una serie di specifici atti (abusiva recinzione di aree della Curatela, chiusura di un varco a mare con cumuli di sabbia, aggressioni di suoi collaboratori, incendio doloso di attrezzatura del condominio ecc..), verosimilmente delittuosi ovvero arbitrari ed illegittimi, comunque accomunati dalla loro ingiusta riconducibilità alla sig.ra Carmelina Mangone ed ai di lei figli. Costoro, pertanto, stigmatizzando qualunque episodio di matrice delittuosa, intendono replicare all’altrettanto deprecabile e subdolo tentativo di gettare di nuovo gratuito discredito su ciascuno di loro, con racconti o allusioni non veritieri e comunque smentiti da atti pubblici (provvedimenti giurisdizionali) formatisi a riguardo. Mangone Carmelina e figli provvederanno a tutelarsi nelle sedi più opportune contro tale campagna denigratoria, riservando il diritto al risarcimento danni”.

“Muovendo dall’incendio, avvenuto nella notte del 26/8/2019, di alcune passerelle allocate sull’arenile demaniale antistante il Villaggio Eucaliptus in Simeri Mare, si è sconfinati in un campo di esclusiva pertinenza investigativa attribuendo a tale azione deliittuosa, senza motivazione apparente, i connotati della metodica intimidatoria quale aggravante tecnica di chiara matrice criminale. Non paghi della gratuita ed usurpata ipotesi investigativa, si è poi andati oltre, dipingendo l’azione quale “stillicidio di tracotanza e spavalderia che da tempo impone la cultura della violenza” con ciò inserendo quel gesto in un più amplio e programmato disegno criminoso destinato ad imporre un clima di violenza all’interno del Villaggio e scientificamente creato per impedirne il suo sviluppo. Gli scenari criminali dipinti nell’articolo pubblicato online il 27/8/2019 hanno poi l’aggravante di condividere, sempre online, un precedente articolo del 26/6/2019, cliccabile, al cui interno vi è esplicito riferimento ad altri episodi delittuosi in danno di Sergio Gaglianese, amministratore del condominio Villaggio Eucaliptus, che, spinto dall’incendio del 24/6/2019 ad alcuni beni del condominio, ha scritto una lettera, indirizzata alle Istituzioni Nazionali e Locali e riprodotta fedelmente sugli articoli online, attraverso la quale ha descritto una serie di specifici atti (abusiva recinzione di aree della Curatela, chiusura di un varco a mare con cumuli di sabbia, aggressioni di suoi collaboratori, incendio doloso di attrezzatura del condominio ecc..), verosimilmente delittuosi ovvero arbitrari ed illegittimi, comunque accomunati dalla loro ingiusta riconducibilità alla sig.ra Carmelina Mangone ed ai di lei figli. Costoro, pertanto, stigmatizzando qualunque episodio di matrice delittuosa, intendono replicare all’altrettanto deprecabile e subdolo tentativo di gettare di nuovo gratuito discredito su ciascuno di loro, con racconti o allusioni non veritieri e comunque smentiti da atti pubblici (provvedimenti giurisdizionali) formatisi a riguardo. Mangone Carmelina e figli provvederanno a tutelarsi nelle sedi più opportune contro tale campagna denigratoria, riservando il diritto al risarcimento danni”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Chiamati a raccolta in città i catanzaresi che non potranno seguire la loro squadra del cuore in trasferta
La donna aveva trascinato l'ex coniuge in tribunale perché non pagava gli alimenti . Ottenuti i danni morali
A renderlo noto è il sottosegretario all’Interno Wanda Ferro. Per altre importanti chiese si stanno valutando altre fonti di finanziamento
"La partita di sabato prossimo sarà un’altra occasione per confermare il meraviglioso percorso realizzato da Vivarini, Iemmello e compagni"
Tre gli incontri sul territorio per il deputato già vice Ministro dell’Interno che sarà in provincia di Cosenza il prossimo giovedì 23 Maggio
I carabinieri hanno trovato in un fondo agricolo di proprietà dell'uomo 37 cani, 5 dei quali sprovvisti di iscrizione all'anagrafe canina
Il fatto è accaduto a Settingiano. L'esplosione probabilmente è stata causata da una fuga di gas. Sul posto Vigili del fuoco e carabinieri
Accolta la richiesta difensiva. Per i giudici di appello "non esiste la pericolosità sociale". Dimostrata la non appartenenza al sodalizio
Il documento firmato dal presidente della Giunta Regionale Occhiuto e dal comandante regionale della Guardia di Finanza Gianluigi D’Alfonso
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved