L’inflazione colpisce i più poveri e le famiglie calabresi soffrono di più: “Stangata da 3mila euro”

La denuncia del Codacons: "Il ribasso è un'illusione ottica. Per le famiglie la stangata e di tremila euro in un anno"
inflazione codacons

“Il ribasso dell’inflazione registrato a gennaio è una mera illusione ottica, dovuta al forte calo dei prezzi dei beni energetici”. Lo afferma il Codacons commentando i dati definitivi sui prezzi al consumo diffusi dall’Istat. “I numeri sull’inflazione non devono trarre in inganno, il caro-prezzi continua purtroppo anche a gennaio ad abbattersi sugli italiani, con il tasso al 10% che, a parità di consumi e considerata la spesa totale annua delle famiglie, rappresenta una mazzata da +2.925 euro annui per la famiglia tipo, +711 euro solo per il cibo; +3.788 euro per un nucleo con due figli (+969 euro solo per la spesa alimentare). Il rallentamento registrato il mese scorso è da attribuire unicamente al forte ribasso dei prezzi dei beni energetici regolamentati, che passano su base annua da +70,2% a -12%. Al contrario si accentua l’inflazione per i prodotti ad alta frequenza d’acquisto (da +8,5% a +8,9%) e gli alimentari continuano a mantenersi su livelli elevati (+12,6%). Sul fronte dei prezzi al dettaglio, quindi, l’Italia è messa ancora male, e la strada per riportare i listini alla normalità è purtroppo ancora lunga”.

Colpite le fasce più deboli della popolazione

Colpite le fasce più deboli della popolazione

Gli aumenti generalizzati, soprattutto dei beni essenziali, finiscono per colpire maggiormente le fasce più deboli. L’inflazione finisce per far esplodere le disuguaglianze – afferma Francesco Di Lieto del Codacons – non a caso è proprio la Calabria la regione che soffre in maniera più marcata il peso dell’inflazione, specie per la spesa in beni primari. L’inflazione finisce, quindi, per essere una “tassa” ma, contrariamente a quanto previsto dalla nostra Costituzione, si tratta di una tassa tutt’altro che progressiva. La crescita dei prezzi al consumo pesa ovviamente su tutte le famiglie, ma il differenziale inflazionistico tra le famiglie più povere e quelle con maggiore capacità di spesa continua ad ampliarsi. Il Codacons ricorda come il 40 % delle famiglie calabresi rientrino tra quelle con livelli di consumo più bassi rispetto alla media nazionale, proprio perché godono di redditi minori. Una spesa composta, essenzialmente, da beni di prima necessita (alimentari e farmaci) e la restante parte per garantirsi l’abitazione e pagare tributi e utenze.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Entrambi sarebbero in attesa di primo giudizio. A vigilare sui cortili della prigione c'era un solo agente
La strada è stata provvisoriamente chiusa al traffico. Il personale di Anas è sul posto per la gestione della viabilità
Un’opera rock di assoluto valore artistico, storico e culturale, che ci riporta al popolo dei Bretti e al mito di Donna Brettia
Edison Malaj è deceduto schiacciato da una lastra di cemento mentre lavorava nel piazzale delle ex cantine sociali di Frascineto
Al "Ceravolo" una partita equilibrata con brivido finale per i giallorossi, che salgono a 39 punti
L’uomo è stato portato in elisoccorso all’Annunziata di Cosenza. La strada fortunatamente non era trafficata al momento dell’incidente
"Si sta cercando di delocalizzare il poco rimasto nel capoluogo che fino a ora rendeva la stessa realtà, e l'area più centrale della Calabria, attrattivi"
Dirigenti dell’Anas, indagati per presunta corruzione, avrebbero fornito informazioni riservate sulle gare. Tutto ruota intorno alla Inver
È il caso di un uomo di 74 anni. Una Tac alla testa ha rivelato la presenza di un ago per l'agopuntura che stava causando un’emorragia cerebrale
Il Coruc, Comitato regionale universitario di coordinamento della Calabria, ha dato l'ok definitivo
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved