Turismo religioso a Catanzaro, il consigliere Celia: “Riscopriamo la tradizione dei drappi nelle processioni”

Il capogruppo del Pd propone all’assessore al Decoro urbano, Giusy Iemma, e a quello alla Cultura, l'indizione di un concorso-premio

“Il turismo religioso può rappresentare una straordinaria opportunità di promozione per il nostro territorio, attraverso il coinvolgimento della comunità che custodisce un ricco patrimonio di storia e tradizioni ancora da scoprire.

Ricordo quando durante le feste religiose in città c’erano i drappi colorati, esposti alle finestre in occasione delle processioni. Era un’usanza con cui si manifestava il senso di appartenenza e di identità culturale della nostra comunità. Un gesto che dava forma e sostanza al legame profondo con le tradizioni religiose e culturali radicate nella città di Catanzaro. Un passato che non deve rimanere sepolto sotto la polvere della nostalgia, ma che ha bisogno di rivivere nel presente affinché la memoria non venga dispersa”.

Ricordo quando durante le feste religiose in città c’erano i drappi colorati, esposti alle finestre in occasione delle processioni. Era un’usanza con cui si manifestava il senso di appartenenza e di identità culturale della nostra comunità. Un gesto che dava forma e sostanza al legame profondo con le tradizioni religiose e culturali radicate nella città di Catanzaro. Un passato che non deve rimanere sepolto sotto la polvere della nostalgia, ma che ha bisogno di rivivere nel presente affinché la memoria non venga dispersa”.

Il valore dei drappi

Lo afferma in una nota il consigliere e capogruppo del Pd in Consiglio comunale Fabio Celia: “Accanto alle feste e alle processioni religiose che si celebrano in tutti i quartieri – da San Vitaliano, patrono della città, alla Madonna di Porto Salvo a Lido, passando per la Naca, il Corpus Domini – credo che, con la sentita partecipazione di tutti, si possa dare nuovo valore e vigore anche alla tradizione dei drappi esposti. I preziosi tessuti, in passato conosciuti e apprezzati anche fuori dalla Calabria, con il loro carico di suggestioni e di forza evocativa, costituiscono, al tempo stesso, un patrimonio culturale inestimabile. E allora, voglio lanciare all’assessore al Decoro urbano, Giusy Iemma, ed a quello alla Cultura, Donatella Monteverdi, la proposta di indire un concorso per premiare il drappo più bello esposto durante le feste religiose, in ogni quartiere. Un’iniziativa simbolica per coinvolgere i fedeli nella riscoperta della storia della nostra città, rafforzando i valori identitari e richiamando, come si fa in tanti luoghi di culto, visitatori da tutta la regione. Il turismo religioso è ovunque una straordinaria realtà, anche Catanzaro ha tutte le carte in regola per cogliere questa opportunità, creando un percorso che faccia sentire tutti uniti, dal centro storico ai quartieri fino al mare”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved