Calabria7

Sorelle abusate a San Giovanni in Fiore, vicenda emersa a scuola

E’ partita nel novembre scorso l’indagine dei Carabinieri che ha portato a scoprire gli abusi sessuali che venivano perpetrati ai danni di tre sorelle di 15, 17 e 19 anni, due delle quali – la 17enne e la 19enne – affette da disabilità. La storia è emersa nell’ambiente scolastico, a causa di alcuni comportamenti delle giovani non sfuggiti ai loro insegnanti. I carabinieri stanno lavorando per accertare da quanto tempo gli abusi andavano avanti, all’interno di un contesto sociale di grave disagio e degrado.

Le ragazze e i genitori abitano in centro, mentre il 46enne arrestato risiede alla periferia del grosso centro della Sila che ha oltre 17.000 abitanti. In paese si era a conoscenza di qualche difficoltà economica e di un passato di degrado del padre delle ragazze, appartenente a una famiglia indigente, che ha lavorato per qualche azienda boschiva del posto. Ai servizi sociali del Comune non era comunque giunta mai nessuna segnalazione. Le ragazze frequentavano regolarmente la scuola, erano state sottoposte a visite specialistiche ed erano state vaccinate contro il Covid. Una situazione di apparente normalità dietro la quale si nascondeva una situazione di estremo degrado umano. Ora le vittime sono state trasferite lontano dal paese.

LEGGI ANCHE | Due sorelle minorenni violentate in Sila, 46enne arrestato insieme ai genitori delle vittime (VIDEO)

LEGGI ANCHE | Sorelle minori e disabili stuprate in Sila, il sindaco: “Affidate ai servizi sociali del Comune”

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, la Fisascat Cisl: “In cassa integrazione, ma formandosi”

Maurizio Santoro

Fossato (Catanzaro), dopo ore di incessante lavoro, i vigili del fuoco domano vasto incendio

Danilo Colacino

La mostra “Riflessi di Umanità” dopo Cosenza conquista la Puglia

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content