A sostegno della Palestina, sit-in di protesta e solidarietà a Catanzaro contro il piano di sterminio

Il coordinamento provinciale Catanzaro di Potere al Popolo aderisce all'appello nazionale di mobilitazione in seguito alla presa di Rafah

“ll governo sionista di Israele ha lanciato l’assalto militare via terra di Rafah. Ha chiuso il valico commerciale di “Kerem Shalom” e occupato e distrutto il valico di Rafah. Con questo ennesimo attacco portato nella parte meridionale di Gaza, ha interrotto qualsiasi possibilità di aiuti umanitari i cui camion sono stati attaccati dai coloni”. Lo afferma in una nota il coordinamento provinciale Catanzaro di Potere al Popolo

“Il gabinetto di guerra israeliano ha approvato domenica all’unanimità l’avvio dell’operazione militare a Rafah già iniziata nella giornata di ieri con l’appello ai palestinesi ad evacuare la parte orientale della città, vicina al confine con Israele. La decisione è stata assunta nonostante la Resistenza Palestinese avesse accettato la proposta dei mediatori per un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza e per uno scambio dei prigionieri. Il governo sionista conferma ancora una volta la sua volontà genocida e coloniale nei confronti della popolazione palestinese. Più di 2 milioni di palestinesi in questo momento- spiega la nota- si trovano in una situazione di grave pericolo. In questi mesi di grandi mobilitazioni tutti i popoli liberi del mondo sono stati al fianco della Palestina e delle sue popolazioni, uniti contro il genocidio in atto e l’occupazione coloniale. Abbiamo riempito le strade, le piazze gli edifici di bandiere palestinesi. La solidarietà con il popolo palestinese ed alla sua Resistenza “storicamente determinata” ha rappresentato il catalizzatore delle lotte. Organizzazioni sindacali hanno indetto scioperi, studenti occupare scuole e università.

“Il gabinetto di guerra israeliano ha approvato domenica all’unanimità l’avvio dell’operazione militare a Rafah già iniziata nella giornata di ieri con l’appello ai palestinesi ad evacuare la parte orientale della città, vicina al confine con Israele. La decisione è stata assunta nonostante la Resistenza Palestinese avesse accettato la proposta dei mediatori per un cessate il fuoco nella Striscia di Gaza e per uno scambio dei prigionieri. Il governo sionista conferma ancora una volta la sua volontà genocida e coloniale nei confronti della popolazione palestinese. Più di 2 milioni di palestinesi in questo momento- spiega la nota- si trovano in una situazione di grave pericolo. In questi mesi di grandi mobilitazioni tutti i popoli liberi del mondo sono stati al fianco della Palestina e delle sue popolazioni, uniti contro il genocidio in atto e l’occupazione coloniale. Abbiamo riempito le strade, le piazze gli edifici di bandiere palestinesi. La solidarietà con il popolo palestinese ed alla sua Resistenza “storicamente determinata” ha rappresentato il catalizzatore delle lotte. Organizzazioni sindacali hanno indetto scioperi, studenti occupare scuole e università.

Le mobilitazioni e le richieste

Le vincenti mobilitazioni di studenti e studentesse che, insieme a docenti, lavoratori e lavoratrici, “chiedono la fine degli accordi delle università italiane con Israele e con le aziende della guerra come Leonardo FinMeccanica, per rompere la complicità dell’accademia e del nostro paese nel genocidio in atto. Il governo sionista di Israele ancora una volta ha dimostrato il suo intento genocidiario, con la benedizione dell’amministrazione Biden che aveva appena autorizzato il nuovo pacchetto di aiuti militari a Israele, in aperta violazione del diritto internazionale e di tutte le risoluzioni ONU. Una violazione tale del diritto internazionale crea un precedente importante in cui la libertà e la pace di tutti i popoli sono compromessi. Non possiamo e non dobbiamo più rimanere indifferenti davanti al sopruso che da oltre 75anni il popolo palestinese subisce. Come coordinamento provinciale di Catanzaro a sostegno del popolo palestinese, aderiamo all’appello nazionale di mobilitazione in seguito alla presa di Rafah e invitiamo tutta la popolazione a prendere parte ad un sit-in di solidarietà e protesta contro il piano di sterminio che il governo di Israele porta ormai avanti senza freni, perché bisogna schierarsi dalla parte giusta della storia. Contro gli oppressori di oggi e di ieri e nessuno di noi sarà mai libero finché anche la Palestina non lo sarà!”. Appuntamento sabato 11 maggio ore 17.30 al Cavatore, Piazza Matteotti per chiedere la fine dell’aggressione a Rafah, un cessate il fuoco permanente, la fine del genocidio e la liberazione totale della Palestina, da fiume a mare.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved