Covid, salgono i contagi nel carcere di Catanzaro: 72 i detenuti positivi

carcere catanzaro covid

“Cresce ancora il contagio nelle carceri”. È quanto scrive in una nota Gennarino De Fazio, segretario generale della Uilpa Polizia Penitenziaria. Secondo i dati forniti dall’Ufficio Attività Ispettiva e di Controllo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, sono 750 i detenuti e 716 gli operatori positivi alle ore 21.00 di ieri sera.

“Complici evidentemente le varianti, il Covid-19 – si legge – in questo momento sembra correre più veloce nelle prigioni che nel resto del Paese e, soprattutto, non pare scorgersi un’inversione di tendenza; anzi, l’incidenza del contagio è quasi raddoppiata fra i detenuti in poco più di un mese e cresciuta significativamente anche fra gli operatori”. Tra i focolai che destano al momento maggiore preoccupazione, rientra anche quello di Catanzaro con 72 positivi.

“Complici evidentemente le varianti, il Covid-19 – si legge – in questo momento sembra correre più veloce nelle prigioni che nel resto del Paese e, soprattutto, non pare scorgersi un’inversione di tendenza; anzi, l’incidenza del contagio è quasi raddoppiata fra i detenuti in poco più di un mese e cresciuta significativamente anche fra gli operatori”. Tra i focolai che destano al momento maggiore preoccupazione, rientra anche quello di Catanzaro con 72 positivi.

“Velocizzare le vaccinazioni”

“Se può ritenersi inevitabile che l’andamento della pandemia nei penitenziari segua il trend che si registra nel resto del Paese – spiega De Fazio – questa accelerazione ci sembra persino più violenta, nonostante le misure di contenimento adottate dal Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria che, fatta eccezione per alcune possibili criticità territoriali, reputiamo sostanzialmente adeguate. Stando così le cose, si pone forte l’esigenza di un intervento del Governo che miri alla velocizzazione, senza tentennamenti e, almeno per le carceri, con una regia nazionale, delle vaccinazioni, al deflazionamento della densità detentiva e al potenziamento degli organici e degli equipaggiamenti del Corpo di polizia penitenziaria. Alla data di ieri erano 5.886 i detenuti e 16.459 gli operatori ai quali è stata somministrata almeno la prima dose vaccinale”.

“Questo, fra l’altro, abbiamo chiesto alla Ministra della Giustizia, Marta Cartabia, nell’incontro che abbiamo avuto due giorni fa e su questo ci aspettiamo un forte segnale dal Governo. Del resto, era stato lo stesso Presidente del Consiglio, Mario Draghi, durante la replica alla discussione generale sulla fiducia a Montecitorio, a dichiarare che «non dovrà essere trascurata la condizione di tutti coloro che lavorano e vivono nelle carceri. E’ giunto allora il momento di passare dalle parole ai fatti”, conclude il leader della UILPA Polizia Penitenziaria.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Eseguito il primo impianto di un innovativo dispositivo per il trattamento elettrico dello scompenso cardiaco refrattario
In quarantanove pagine le motivazioni che hanno portato all'assoluzione dei due imputati "per non aver commesso il fatto"
"Staremo sull’Aventino fino a quando il centrodestra proseguirà con la sua arroganza. Basta ai decreti omnibus"
Nel 2018 un detenuto svelò un piano ordito per eliminare il magistrato che aveva fatto arrestare diversi esponenti di spicco della 'ndrangheta
A Catanzaro i residenti chiedono all'amministrazione di intervenire nei pressi di un manufatto abbandonato e circondato dalla spazzatura
"Il fenomeno dell'abbandono di veicoli è deprecabile sia dal punto di vista dell'igiene pubblica, che da quello dell'immagine della città"
Al termine dello sciopero è stata ottenuta la convocazione di un incontro con l’amministratore delegato della società
All’inaugurazione era presente il procuratore Nicola Gratteri che ha risposto alle domande poste dai numerosi studenti che hanno partecipato all'iniziativa
Mamme dolci, più sane e belle è questo lo slogan che sta accompagnando l’attività di prevenzione a loro dedicata
Secondo una prima ricostruzione dei fatti sembrebbe che l'uomo, da poco rientrato dall'estero, sia stato ferito durante una rapina
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved