Fiumi di droga sull’asse Calabria-Sicilia, decine di arresti a Reggio Calabria

Alcuni elementi di spicco dell’organizzazione che controllava le piazze di spaccio trapanesi, avevano ipotizzato di creare una sorta di cartello, in modo da far lievitare il prezzo dello stupefacente
droga a reggio

La polizia di Trapani sta eseguendo decine di arresti e perquisizioni tra le province di Trapani e Reggio Calabria nei confronti di numerose persone accusate, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti. Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo, hanno permesso di acquisire gravi indizi di colpevolezza nei confronti di due organizzazioni criminali, tra loro collegate, operanti a Trapani e provincia, in grado di garantire il funzionamento di numerose piazze di spaccio ubicate in sia nel capoluogo che a Marsala.

I viaggi in Calabria

I viaggi in Calabria

Un primo gruppo, facente capo ai componenti di una nota famiglia criminale trapanese da tempo egemone in città nella gestione dei traffici di droga, secondo quanto ricostruito dal gip di Palermo, aveva organizzato più piazze di spaccio, dislocate in diversi punti della città. Un secondo gruppo, che vedeva gravemente indiziato quale elemento di vertice il figlio di un esponente della famiglia mafiosa di Paceco e tra gli aderenti un altro elemento già condannato in quanto ritenuto affiliato a Cosa Nostra, si occupava principalmente di garantire l’approvvigionamento delle sostanze, attraverso la raccolta del denaro, l’organizzazione dei viaggi da e per la Calabria e il mantenimento dei rapporti con soggetti vicini alle ndrine operanti nel Rosarnese.

Il “cartello”

Durante le indagini investigative dell’operazione, denominata convenzionalmente Acheron, sono state sequestrati oltre 35 chilogrammi di hashish e 5 di cocaina, e come risposta all’attività investigativa alcuni elementi ritenuti dalla Procura elementi di spicco dell’organizzazione che controllava le piazze di spaccio trapanesi, avevano ipotizzato di creare una sorta di “cartello”, in modo da far lievitare il prezzo dello stupefacente e poter così compensare le perdite subite. Nell’attività tuttora in corso sono impiegati oltre 150 uomini.

LEGGI ANCHE | Droga trasportata in ambulanza tra Calabria e Sicilia, eseguiti 54 arresti

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Le irregolarità in materia di assunzione sono state scoperte nell'ambito dei controlli avviati in materia di sicurezza sul lavoro
storie
La fece realizzare l’avvocato Giovanni Correale Santacroce, socialista, primo sindaco del capoluogo dopo la caduta del fascismo
Eseguite 10 misure cautelari nei confronti di 4 donne e due uomini che gestivano le minori. Gli incontri avvenivano in un b&b
Il magistrato in aula aveva chiesto la condanna a poco più di un anno di reclusione per l'imputato giudicato con rito abbreviato
il retroscena
L'idea di poter beneficiare di un loro sostegno sotterraneo a discapito del centrodestra? Tutte le contraddizioni di un comizio elettorale
Serie B
La squadra di Vivarini a un passo dal clamoroso sorpasso nel finale con Donnarumma che colpisce il palo. Si deciderà tutto sabato allo Zini
Insussistenti gli addebiti disciplinari che venivano contestati all'ex procuratore aggiunto di Catanzaro già prosciolto dalle accuse a Salerno
"Sempre più numerose le segnalazioni di utenti che denunciano telefonate da parte di presunti rappresentanti di aziende o altri enti"
A bordo c'erano 211 passeggeri e 18 membri dell'equipaggio. Ancora non è chiaro esattamente cosa sia successo
I dissidi che hanno portato alla lite sarebbero da ricondurre a problemi di natura privata. L’arma è stata sequestrata 
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved