Calabria7

Fornisce documenti falsi per evitare il carcere, un arresto nel Cosentino

documenti falsi

Nel pomeriggio di ieri, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rossano hanno eseguito un Mandato di Arresto Europeo emesso dalle Autorità rumene nonché tratto in arresto per possesso di documenti di identificazione falsi un cittadino rumeno, P.I.C., classe 1997 e già condannato per vari reati nel Paese di provenienza. Nel corso di un controllo del territorio, i carabinieri hanno effettuato alcune verifiche all’interno di un parcheggio di un supermercato ubicato in Viale Sant’Angelo dell’area rossanese, sottoponendo ad accertamento alcuni cittadini stranieri.

 

Uno di questi, a seguito della richiesta dei militari di fornire i documenti, ha mostrato una carta di identità ed una patente romene ma, nel corso delle verifiche, lo stesso appariva visibilmente agitato, per cui i militari dell’Arma hanno deciso di approfondire la veridicità dei documenti di identità. Giunti presso il Comando Compagnia, è stato appurato che i documenti, a nome di un connazionale, erano falsi. Non solo: nel corso delle attività di identificazione è risultato che sul giovane pendeva un Mandato di Arresto Europeo emesso nel luglio dello scorso anno dall’Autorità Giudiziaria romena, per i reati di furto aggravato, guida senza patente e guida di veicolo non immatricolato, ai sensi del quale lo stesso dovrà scontare oltre tre anni di reclusione. All’esito delle operazioni di rito, il giovane è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Castrovillari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Maltempo, danni nel Vibonese: oltre 30 gli interventi dei VVF

Mirko

Locri, donna trovata morta in casa dai vigili del fuoco

manfredi

Maestra positiva al covid, chiusa la scuola dell’infanzia di Martelletto

Giovanni Bevacqua
Click to Hide Advanced Floating Content