Sei giorni al via della stagione balneare, allarme a Catanzaro: le spiagge di Lido invase da rifiuti ed erbacce

Numerosi sono gli operatori turistici e commerciali che chiedono l’immediato intervento dell’amministrazione comunale per bonificare da cima a fondo l’intero arenile

Mancano all’apertura della stagione balneare appena 6 giorni e i 2 chilometri del litorale di Catanzaro Lido, in alcuni tratti, si trovano in condizioni di totale degrado. Numerosi sono gli operatori turistici e commerciali che chiedono l’immediato intervento dell’amministrazione comunale per bonificare da cima a fondo l’intero arenile che deve essere pronto per accogliere migliaia di turisti. “Non è possibile – hanno sottolineato alcuni commercianti – avere la spiaggia a ridosso del porticciolo in condizioni di totale abbandono. Si aspettano sempre gli ultimi giorni per ripulirla dai rifiuti e dalle erbacce. Dietro la scogliera è un autentico schifo. Non si possono accogliere i turisti tra le erbacce e i rifiuti che ricoprono un lungo tratto di arenile. Speriamo che il sindaco Nicola Fiorita e qualche suo assessore accolgano il nostro invito. Lo scorso anno i disagi non sono mancati. Si spera che la situazione non si ripeta”.

Sono in allarme anche gli operatori turistici i quali chiedono, non solo la spiaggia pulita, ma anche il mare. Lo scorso anno in alcuni tratti del litorale catanzarese i liquami fognari hanno fatto letteralmente scappare i bagnanti. “Non vogliamo – hanno rimarcato Massimiliano e Roberto – vedere certe certe immagini che deturpano il nostro territorio. Sugli impianti di depurazione che si trovano a monte bisogna intervenire in inverno e non a pochi giorni dall’inizio della stagione balneare. Sarebbe una disgrazia per tutti noi avere la m…. a mare. Ci sono alcuni quartieri di Catanzaro che andrebbero collettati meglio. Ma sono collettati? Dovrebbero spiegarcelo gli amministratori”. Ci sono altri imprenditori turistici che sono preoccupati per il “ruscelletto” che scorre, soprattutto, nel periodo invernale a ridosso della scogliera che separa lo scalo portuale dall’arenile. “In inverno – hanno evidenziato 2 giovani del luogo – spesso vediamo acqua stagnante e puzzolente. Non abbiamo mai capito se sono liquami fognari. Vorremmo spiegazioni per sentirci più tranquilli”.

Sono in allarme anche gli operatori turistici i quali chiedono, non solo la spiaggia pulita, ma anche il mare. Lo scorso anno in alcuni tratti del litorale catanzarese i liquami fognari hanno fatto letteralmente scappare i bagnanti. “Non vogliamo – hanno rimarcato Massimiliano e Roberto – vedere certe certe immagini che deturpano il nostro territorio. Sugli impianti di depurazione che si trovano a monte bisogna intervenire in inverno e non a pochi giorni dall’inizio della stagione balneare. Sarebbe una disgrazia per tutti noi avere la m…. a mare. Ci sono alcuni quartieri di Catanzaro che andrebbero collettati meglio. Ma sono collettati? Dovrebbero spiegarcelo gli amministratori”. Ci sono altri imprenditori turistici che sono preoccupati per il “ruscelletto” che scorre, soprattutto, nel periodo invernale a ridosso della scogliera che separa lo scalo portuale dall’arenile. “In inverno – hanno evidenziato 2 giovani del luogo – spesso vediamo acqua stagnante e puzzolente. Non abbiamo mai capito se sono liquami fognari. Vorremmo spiegazioni per sentirci più tranquilli”.

Il quartiere Lido di Catanzaro ha una popolazione di oltre 12mila abitanti che nel periodo estivo si moltiplica. Crescendo il numero dei residenti aumenta anche la richiesta di servizi che lo scorso anno non sono stati particolarmente efficienti. Gli operatori turistici quest’anno si aspettano servizi migliori specialmente nel settore della circolazione sempre caotica e disordinata. Per andare incontro alle esigenze dei turisti non guasterebbe un maggiore numero di parcheggi. Attualmente quelli esistenti non sono sufficienti. Situazione al limite anche nei 20 chilometri di litorale che si estende da Catanzaro Lido a Soverato. Il degrado regna sovrano per la mancanza di pulizia delle spiagge e dei fossi. Saremo più precisi nella prossima “puntata” che passerà ai raggi X il litorale jonico catanzarese e ne vedremo delle belle.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Confermato l'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Francesco Putortì, indagato per omicidio e tentato omicidio
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved