Lavori di sbancamento in area sottoposta a vincoli paesaggistici, scatta il sequestro a Briatico

Superficie di 10mila metri quadrati modificata in maniera permanente tramite terrazzamenti alti più di 20 metri

Una superficie di 10mila metri quadrati modificata in maniera permanente tramite terrazzamenti alti più di 20 metri. È quanto hanno scoperto i Carabinieri forestali in località Sant’Irene di Briatico, in provincia di Vibo, nell’ambito di un’attività di monitoraggio finalizzata alla salvaguardia del patrimonio paesaggistico-ambientale sulla fascia costiera coordinata dalla Procura guidata da Camillo Falvo. I militari dell’Arma hanno utilizzato anche i droni scoprendo l’elevazione dei terrazzamenti e un significativo cambiamento della morfologia dei luoghi esaminati già oggetto di un sequestro preventivo nello scorso mese di febbraio.

L’attività investigativa è proseguita mentre il presunto autore continuava a svolgere, nella stessa area sottoposta a vincoli paesaggistici lavori di imponente sbancamento e movimentazione terra senza alcuna autorizzazione avendo lo stesso presentato solo una Cila al Comune di Briatico per livellamento e rimozione delle sterpaglie. Ad aggravare il quadro accusatorio la messa in opera di paletti di ferro e rete a sostegno dei rialzamenti mentre per il riempimento è stato utilizzato terreno asportato dalla scarpata a monte dell’area a ridosso della ferrovia. Il presunto autore degli illeciti ambientali ha occupato anche l’area demaniale marittima con la posa in opera di grossi massi ubicati direttamente sull’arenile contravvenendo al Codice della Navigazione. La Procura della Repubblica di Vibo Valentia ha quindi chiesto e ottenuto un nuovo sequestro preventivo emesso dal Gip dello stesso Tribunale per l’area di circa 10mila metri quadri.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La Procura di Catanzaro aprirà un fascicolo d'indagine sull'incidente e nel frattempo ha provveduto a sequestrare i due mezzi coinvolti
Nella puntata andata in onda ieri sera Report ha rispolverato quello che viene definito il quinto scenario, ovvero la pista israeliana
Le indagini hanno permesso di ricostruire dinamiche e assetti di un’articolazione di ndrangheta facente capo ad una “locale” operante nel territorio del comune
Il bilancio di uno scontro tra una Fiat Panda e un'Alfa 159 è di un morto e un ferito. Sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri
L'incidente è avvenuto all'altezza del bivio di San Calogero, in provincia di Vibo Valentia. In corso i rilievi per ricostruire la dinamica dell'incidente
Le due vetture, la prima con a bordo marito e moglie, e la seconda con alla guida una donna sono entrate in collisione tra di loro
maestrale-imperium-olimpo
Sollevata l'eccezione di inutilizzabilità del captatore informatico nell'udienza con rito abbreviato. Il gup si è riservato la decisione
Si è reso necessario l'intervento del Soccorso Alpino e Speleologico Calabria, attivato dalla Centrale Operativa del 118 di Cosenza
I militari, intervenuti in seguito alla richiesta di aiuto ricevuta dalla donna, hanno subito individuato l'uomo
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved