Calabria7

L’editoriale, Regionali: dopo una domenica in cui nel Pd accade di tutto, Oliverio canta Arbore

di Danilo Colacino – “Ho detto sì, vengo dopo il Pd…”. Chissà se Mario Oliverio nelle scorse ore avrà intonato festante, storpiandolo come ovvio, uno dei più famosi e orecchiabili motivetti dell’istrionico Renzo Arbore, che in realtà veniva dopo il Tg, dopo aver assistito a quanto avvenuto ieri in casa Democrat. Una domenica in cui, seppur involontariamente come ovvio, è di sicuro stata data una grossa mano, almeno nel campo del Centrosinistra, allo stesso governatore uscente ripresentatosi ai nastri di partenza.

Ai limiti del farsesco è infatti sembrata la strategia scelta per tentare di ‘tenersi’ la Calabria da parte del segretario nazionale Nicola Zingaretti e soci, leggasi anche dirigenti calabresi del partito di Via del Nazareno, i quali hanno dapprima incassato il niet alla candidatura dell’editore Florindo Rubbettino, eliminato più dal fuoco amico che da titubanze sue, e poi in un battibaleno tirato fuori il coniglio dal cilindro vale a dire il sorprendente nome di Maurizio Talarico.

Persona degnissima, per carità, nella vita di tutti i giorni impegnata quale imprenditore nel settore della moda – capoazienda di origine catanzarese, ma romano d’adozione – tuttavia protagonista di un’operazione rivelatrice di due aspetti fondamentali.  Il primo che l’ipotesi Rubbettino – per così definirla – era già ritenuta impraticabile o quantomeno debolissima e quindi del tutto residuale (considerato il Piano B scattato immediatamente) e il secondo inerente all’assoluta incapacità di reperire un candidato a presidente della Regione, realmente espressione del territorio da cui evidentemente il Pd è ormai lontano anni luce.

Una realtà, quella calabrese, che si dà già per persa e dunque affidata a un professionista, non certo un politico, su cui perfino noi addetti ai lavori ci siamo dovuti documentare a fondo tra lo stupore generale dell’inattesa investitura. Un dato molto significativo che la dice lunga sulla singolarità della decisione assunta dal vertice capitolino dei Dem.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sellia Marina, successo per la ‘Notte dei desideri”

Matteo Brancati

Catanzaro, girato il primo ciak di ‘Calibro 9’

Matteo Brancati

‘Ndrangheta, resta in cella Luciano Scalise

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content