Calabria7

Legacoop Calabria: “Positivo accordo Regione-sindacati su cassa integrazione in deroga”

legacoop

“La tempestività della risposta del neo assessore regionale al Lavoro e alle Attività economiche, Fausto Orsomarso, in materia di cassa integrazione in deroga in seguito all’emergenza determinata dal diffondersi del Coronavirus, lascia ben sperare per un futuro produttivo confronto con il mondo cooperativo nell’ambito dei settori economici di competenza”. E’ quanto si legge in una nota di Legacoop Calabria in merito alla notizia diffusa dall’Assessorato regionale al Lavoro sull’accordo siglato dalla Regione con le organizzazioni sindacali e datoriali per cassa integrazione in deroga.

“L’accordo riguarda anche il comparto della cooperazione – si legge ancora nel comunicato stampa – ed è realizzato tempestivamente per venire in confronto ai datori di lavoro, e quindi ai lavoratori, per evitare che la particolare situazione determinata dall’emergenza sanitaria in corso e dalle conseguenti ordinanze emanate dal Governo possa mettere in ginocchio questo mondo variegato che garantisce servizi fondamentali che vanno dal turismo alla gestione del patrimonio artistico, dall’agroalimentare all’edilizia, alla gestione dei rifiuti, ai trasporti alle manifatture, giusto per citare qualche esempio. Nelle cooperative manifatturiere dove si registrano già adesso sensibili cali di commesse. Nelle cooperative edilizie, che hanno difficoltà ad operare nei cantieri”.

“L’estensione della cassa integrazione in deroga ai i soci delle cooperative con rapporto di lavoro subordinato è un segnale di attenzione importante – conclude Legacoop Calabria – che deve rappresentare il primo passo verso un coinvolgimento più ampio del mondo della cooperazione e della sua Alleanza, così come a livello nazionale avviene, sui temi portanti dello sviluppo economico e sociale di questa regione”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, si va verso nuovo DPCM

Mirko

Cgil, Cisl e Uil: “Il lavoro è prioritario, serve un piano straordinario”

Carmen Mirarchi

Lavoro, Cgil e Uil: “Il settore edile esige la massima attenzione”

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content