‘Ndrangheta, la Calabria di oggi è come la Sicilia di 30 anni fa

Quadro desolante descritto dal prefetto Messina, Direttore centrale anticrimine: "Le ultime operazioni dimostrano che la guerra alla mafia è ancora lunga"
Direttore Centrale Anticrimine della Polizia

“E’ fondamentale tenere viva la memoria per i giovani anche perche’ gli anni sono passati e c’e’ il rischio che questi fenomeni vengano visti come qualcosa di superato. Invece sono ancora operativi. Le ultimi operazioni dimostrano che ancora la guerra e’ lunga. La situazione per esempio della Calabria oggi e’ parificabile a quella che era la Sicilia, dal punto di vista della criminalita’ organizzata, 30 anni fa”. Lo ha detto il prefetto Francesco Messina, Direttore centrale anticrimine, intervenuto questa mattina in piazza San Silvestro, a Roma, alla cerimonia di inaugurazione della teca che custodisce i resti della “Quarto Savona Quindici”, nome in codice della Croma blindata su cui viaggiavano gli uomini della scorta di Giovanni Falcone: Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo.

Il ricordo di Falcone

Il ricordo di Falcone

“Noi portiamo in giro questa macchina per l’Italia – ha spiegato Messina – proprio per ricordare il sacrificio di questi ragazzi che sono stati dei pionieri. Infatti, in un periodo in cui questo fenomeno era a conoscenza di poche persone questi ragazzi hanno fatto una scelta. Questa scelta e’ costata loro la vita ma sapevano di mettere in discussione la loro vita. Dal loro sacrificio, da quello di Falcone, della signora Morvillo e del giudice Borsellino sono venute fuori una serie iniziative, anche di tipo normativo, che – ha concluso – ci hanno portato a una serie di risultati. Oggi possiamo dire che il peggiore degli investimenti che Cosa Nostra poteva fare, lo ha fatto con la scelta della stagione stragista”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Un fenomeno drammatico e particolarmente preoccupante. La Polizia fornisce i numeri per consentire l'avvio immediato delle ricerche
Si terrà venerdì 31 maggio nell’Auditorium del Campus “Salvatore Venuta”, all’Università “Magna Graecia” di Catanzaro
E' stata avvistata a poca distanza dalle coste di Briatico, l’esemplare era in evidente stato di difficoltà
Vincitore del primo premio e di tutti i premi speciali in alcuni dei più prestigiosi concorsi internazionali per pianoforte
Datisi alla fuga, i malviventi hanno effettuato dei prelievi in due distinti uffici postali di Crotone per un totale di 850 euro
Il cancro del colon-retto rappresenta in Italia la terza neoplasia negli uomini e la seconda nelle donne.
Il governatore sottolinea l'importanza delle risorse ottenute in seguito all'accordo con il Ministero dell'Ambiente
In evidente stato di shock è stata affidata ai sanitari del Suem118 e trasportata in ospedale per accertamenti
L’attività di monitoraggio è andata avanti per tutta la notte e ancora in queste ore le strutture sul territorio sono allertate e pronte ad intervenire
Al convegno è intervenuto anche il procuratore di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri, che ha parlato del ruolo egemone della ‘ndrangheta nel narcotraffico
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved