Calabria7

Nei supermercati calabresi limoni sudafricani ricoperti di Imazalil

“Questa – denuncia Pietro Molinaro della Lega Calabria – è un’etichetta trovata in un supermercato calabrese. Non mente ma pone diversi interrogativi. Sono limoni e vengono dal Sudafrica compiendo oltre 12mila chilometri. La buccia non è edibile e non può essere utilizzata perché, come si legge è trattata con l’Imazalil, una sostanza cancerogena che serve unicamente a conservare l’aspetto estetico e la conservazione del limone. Il prezzo, nonostante le varie intermediazioni non è eccessivo, questo significa che è ottenuto con lo sfruttamento del lavoro”.

Limoni calabresi

“Mangiare ortofrutta 100% italiana/calabrese significa avere sicurezza alimentare e attenzione alla propria salute. In Calabria – sottolinea Molinaro – ricordo che è vietato anche l’uso del glifosato una sostanza, come riconosciuto dalle autorità sanitarie, altamente cancerogena. I nostri prodotti hanno percorsi di qualità, che riguardano il rispetto dell’ambiente, della salute e del lavoro. Sta a noi scegliere. Da cittadini-consumatori siamo arbitri assoluti e possiamo condizionare enormemente gli effetti di una globalizzazione senza regole. La Lega vuole rappresentare sempre di più la tutela degli Italiani muovendosi nell’interesse dei territori e della gente”.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Premio Strega 2021, il cosentino Giuseppe Aloe tra gli autori segnalati

Antonio Battaglia

Europee 2019, il 30 aprile presentazione candidatura Geri Ballo

Matteo Brancati

Giovane calabrese bloccato in Olanda, la sorella: “L’Ambasciata sta seguendo il caso”

Alessandro De Padova
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content