Calabria7

Comunali Catanzaro, la lista “Insieme Osiamo” per Di Lieto in campo per la pace

Osiamo Lab di lieto

L’articolo 11 della Costituzione Italiana recita: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo.” In linea con quanto sancito nella nostra Carta Costituzionale i candidati della lista Insieme Osiamo per Francesco Di Lieto sindaco, insieme allo stesso, hanno deciso di manifestare per la pace lunedì 23 maggio 2022 alle ore 18:30 in Piazza Matteotti a Catanzaro. La manifestazione è aperta a chiunque voglia partecipare. Il ritrovo è al Cavatore per le ore 18:00.

“E’ una scelta”

“È una manifestazione – si legge in una nota stampa – per dire ‘No’ alla guerra. A tutte le guerre, anche a quelle dimenticate, alle guerre delle quali i media non parlano. Attualmente nel mondo ci sono 59 conflitti, i motivi per i quali si inizia a combattere sono sempre gli stessi: per motivi geopolitici, per il possesso di risorse, per il commercio di esseri umani, per il commercio di sostanze illegali, per motivi religiosi. Abbiamo la responsabilità di prenderci cura della vita di ognuno, non solo della nostra. I candidati di Insieme Osiamo – conclude il comunicato della lista a sostegno di Francesco Di Lieto – sono contrari a ogni forma di violenza, di discriminazione, di razzismo, di violazione dei diritti, di ingiustizia. La guerra non accade per caso e nessun conflitto è inevitabile. Essere a favore della guerra o essere a favore della pace è una scelta”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Cento Battiti” il 2 marzo alla Ubik di Catanzaro

Matteo Brancati

Il Laocoonte dei Musei Vaticani riprodotto in esclusiva per l’Odissea Museum di Catanzaro

Antonio Battaglia

Consiglio regionale all’esordio, i paletti di Occhiuto e il nodo delle poltrone

Sergio Pelaia
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content