Calabria7

Notte di protesta in Cittadella: i precari del Pugliese non mollano

di Carmen Mirarchi

I duecento precari dell’Ospedale Pugliese di Catanzaro hanno deciso di trascorrere la notte davanti la Cittadella regionale dopo il nulla di fatto di ieri. La loro uscita dal mondo del lavoro è ormai decisa dopo la riunione di ieri con il Commissario alla sanità Cotticelli ed Oliverio. La decisione resta quella del licenziamento scaduti i 48 mesi.

“E’ un’ingiustizia – dicono – , noi non ci arrendiamo e resteremo qui ad oltranza se necessario”. Ci hanno raccontato di turni pesanti e di situazioni a limite che li hanno spesso portati a  stare anche male fisicamente. Ma per lo loro il lavoro e la salute dei calabresi sono stati sempre al primo posto. Adesso già in 18 sono stati licenziati e se nulla dovesse cambiare questo sarà il destino per tutti.

Lunedì la riunione in Ministero, ci dicono dopo aver parlato con Belcastro, a seguito dell’incontro di ieri sera. Intanto la decisione sino a quel giorno e di far sentire la loro presenza per dare un segnale forte alla politica. Non si arrendono, vogliono il loro posto di lavoro, vogliono tutelare la loro professione. “Questo lavoro è la nostra vita, senza questo per noi e le nostre famiglie non c’è futuro”.

redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro diventa “Polo mediterraneo delle Arti della Calabria”

Damiana Riverso

Montate nuove luci di illuminazione allo stadio di Catanzaro

manfredi

La Slc Cgil punta alla clausola sociale: “La Abramo può farcela” (VIDEO)

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content