Calabria7

OPI Catanzaro, tampone per tutto il personale sanitario pubblico e privato

coronavirus locri

Lo richiede a gran voce la Presidente dell’OPI (ordine professioni infermieristiche) di Catanzaro Concetta Genovese, insieme a tutto il direttivo.

Oggi più che mai, per scongiurare un incremento esponenziale dell’epidemia da Coronavirus al sud è necessario attuare tutte le tutele possibili per l’intero personale infermieristico e sanitario. L’adozione di protocolli di sicurezza anti-contagio, oltre a rendere adeguati i livelli di protezione per il comparto infermieristico oggi in prima linea, assicurano la non diffusione del virus specie ai pazienti più fragili. Il personale infermieristico, è giustamente in allarme e privo di tutele. Gli esiti dei tamponi dovrebbero essere più accelerati, magari potenziando il reparto di microbiologia (e non chiudere quello di Lamezia Terme, anzi utilizzarlo per questa emergenza), magari anche rivolgendosi a laboratori di analisi esterne in modo tale da fare più tamponi possibili.

Tamponi che dovrebbero anche essere fatti al personale sanitario delle strutture private, specie dopo il contagio di una RSA di Chiaravalle dove si sono verificati numerosi casi positivi su tutto il personale sanitario.

Anzi in queste strutture di cura per anziani, sarebbe ancor più urgente, poiché i degenti sono potenziali categorie a rischio. In una sanità, quella calabrese, già precaria dal punto di vista delle strutture, della penuria di personale e dei posti in terapia intensiva, se l’epidemia si replicasse con i numeri delle regioni del nord Italia, sarebbe un problema non facile da gestire e che con molta probabilità mieterebbe diverse vittime.

Naturalmente, l’Ordine tiene a precisare, che nessun infermiere si sottrarrà ai propri impegni professionali, ma essendo loro a stresso contatto con i pazienti risultati positivi, è assolutamente necessario che vengano tutelati con urgenza, soprattutto munendoli tempestivamente di mascherine, tute, e tutte le attrezzature necessarie per svolgere con serenità ed attenzione il loro mandato, anzi la loro missione professionale. Non facciamo in modo che sia troppo tardi!

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Operazione Rinascita, Bova: “Pietra miliare nella lotta alla ‘ndrangheta”

Mirko

Viaggiava con 38 kg farmaci cinesi, una denuncia nel Catanzarese

Matteo Brancati

Catanzaro, stazione Germaneto: l’inutile cattedrale “mangiasoldi” (SERVIZIO TV)

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content