Per i detenuti del penitenziario minorile di Catanzaro rap, libri e poesie

"Il fatto che non si riesca a incidere sulla maggior parte non può fermarci. Se su 100 uno solo si salva anche grazie alla cultura, dobbiamo continuare”
Laboratori di poesia e rap e una nuova biblioteca a disposizione dei giovani detenuti, dotata di un’ampia raccolta di libri di ogni genere. È questo il frutto del lavoro che Fondazione Treccani Cultura, con il supporto della Fondazione Trame, ha realizzato per i ragazzi dell’istituto Penitenziario Minorile di Catanzaro Silvio Paternostro.  Il progetto “Ti Leggo. Le frontiere della lettura negli istituti penitenziari minorili” ha coinvolto per un lungo periodo i minori e i giovani adulti ospitati nella struttura del capoluogo calabrese che hanno avuto l’opportunità di partecipare ai laboratori del rapper e autore di progetti educativi musicali nelle scuole e in carcere Amir Issaa e a quelli di lettura ad alta voce dell’attore Achille Iera, allo scopo di offrire loro occasioni di riscatto e contribuire e abbattere stereotipi e pregiudizi attraverso la possibilità di esprimere in versi le proprie storie ed emozioni. I ragazzi sono stati coinvolti anche nel lavoro di catalogazione dei numerosi volumi donati nel tempo all’istituto, con l’obiettivo di avvicinarli ai libri e alla cultura e accompagnarli in un cammino di reinserimento sociale che possa essere realmente alternativo al richiamo dell’illegalità. Un’opportunità di lettura che è riuscita ad andare oltre, nella direzione di sperimentare emozioni e sentimenti attraverso i libri,le parole, e la scrittura.

Laboratori di poesia e rap e una nuova biblioteca a disposizione dei giovani detenuti, dotata di un’ampia raccolta di libri di ogni genere. È questo il frutto del lavoro che Fondazione Treccani Cultura, con il supporto della Fondazione Trame, ha realizzato per i ragazzi dell’istituto Penitenziario Minorile di Catanzaro Silvio Paternostro.  Il progetto “Ti Leggo. Le frontiere della lettura negli istituti penitenziari minorili” ha coinvolto per un lungo periodo i minori e i giovani adulti ospitati nella struttura del capoluogo calabrese che hanno avuto l’opportunità di partecipare ai laboratori del rapper e autore di progetti educativi musicali nelle scuole e in carcere Amir Issaa e a quelli di lettura ad alta voce dell’attore Achille Iera, allo scopo di offrire loro occasioni di riscatto e contribuire e abbattere stereotipi e pregiudizi attraverso la possibilità di esprimere in versi le proprie storie ed emozioni. I ragazzi sono stati coinvolti anche nel lavoro di catalogazione dei numerosi volumi donati nel tempo all’istituto, con l’obiettivo di avvicinarli ai libri e alla cultura e accompagnarli in un cammino di reinserimento sociale che possa essere realmente alternativo al richiamo dell’illegalità. Un’opportunità di lettura che è riuscita ad andare oltre, nella direzione di sperimentare emozioni e sentimenti attraverso i libri,le parole, e la scrittura.

Il progetto Treccani

Le attività, informano: “rientrano in un’iniziativa più ampia promossa da Treccani cultura che ha coinvolto i ragazzi degli istituti penali minorili di cinque città italiane, tra cui Catanzaro, utilizzando la lettura per il perseguimento della finalità rieducativa che l’art. 27 della Costituzione attribuisce alla pena, coltivando stimoli per un futuro ritorno alla società, al lavoro e alla famiglia, attraverso l’espressione artistica e la consapevolezza personale. Attualmente la nuova biblioteca “Ti Leggo Treccani”, con le sue tre librerie gentilmente donate dall’azienda lametina Chef Cucine, completa la grande aula scolastica riarredata per rendere l’ambiente più accogliente per i ragazzi. Il percorso, iniziato nel 2020 e interrotto poi dalla diffusione della pandemia, è ripreso negli ultimi mesi non senza difficoltà grazie all’entusiasmo dello staff coinvolto e alla disponibilità degli operatori dell’IPM, e si è concluso con un incontro all’interno della stessa biblioteca che ha visto la partecipazione della dott.ssa Loredana Lucchetti, referente dei progetti culturali della Fondazione Treccani Cultura e curatrice del Progetto “Ti Leggo”, di Iera e Issaa, e di una delegazione della Fondazione Trame impegnata nel progetto composta dalla direttrice Cristina Porcelli, da Claudia Caruso, Maria Francesca Gentile e dai volontari di Servizio Civile del centro culturale Civico Trame Veronica Palmieri, Alberto Falvo, Antonio Ruberto e Antonio Lanzo, alla presenza di tutti i detenuti della struttura, del vicedirettore Gennarino Del Re e dell’educatrice Chiara Crociani”.

I giovani detenuti e il rap

Nell’occasione i ragazzi, con il supporto del rapper Amir Issaa che porta la sua esperienza negli istituti di tutta Italia per educare i giovani al rap, si sono cimentati nella lettura e nell’interpretazione di rime composte da loro nel corso dei laboratori. Il momento è stato utile per presentare all’esterno la complessità dell’ambiente carcerario, fatto di limiti e di regole ma anche di rieducazione e nuovi stimoli, le difficoltà di una routine e di un’intera esistenza da ricostruire, l’importanza delle attività di formazione mirate al recupero e al reinserimento sociale e, soprattutto, il valore della lettura come mezzo di evasione e della cultura per riabituarsi al bello che nel mondo c’è, dietro o fuori le sbarre. “Non c’è altra strada – ha concluso l’evento l’intervento del vicedirettore Del Re – il fatto che non si riesca a incidere sulla maggior parte non può fermarci. Se su cento uno solo si salva anche grazie alla cultura, allora dobbiamo continuare”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Interrogatorio di garanzia davanti al gip di Vibo. Ha risposto a tutte le domande l’ex direttrice amministrativa Valentina Amaddeo. Prodotta una memoria difensiva
L'ordinanza sulla sicurezza dei bagnanti comprende i Comuni da Simeri Crichi a Monasterace fino alla foce del torrente Assi
Ne dà notizia in una nota l'ateneo, spiegando che le circostanze della morte dell'avvocato e giurista "sono in corso di accertamento"
Del caso si sta occupando la Squadra Mobile. Sul luogo dell'agguato la polizia scientifica ha recuperato ben 5 bossoli
Sul posto oltre 15 unità dei vigili del fuoco che hanno lavorato per oltre un'ora nello spegnimento delle fiamme. Al via le operazioni per risalire alle cause del rogo
Sarà attivo il servizio sostitutivo via bus ma non si escludono disagi dal momento che l'intervento avviene nel periodo estivo
Avrebbero causato danni per circa mezzo milione di euro tra furto di energia elettrica e danneggiamenti ai contatori Enel
Secondo le ipotesi accusatorie avrebbero falsamente dichiarato un reddito inferiore rispetto alal soglia minima richiesta per legge
garbino
Ci sono anche due avvocati coinvolti nell'inchiesta della Dda di Catanzaro, nome in codice Garbino
Le armi vendute alle più importanti cosche calabresi, dai Giampà di Lamezia, agli Arena di Isola, ai Mancuso di Limbadi
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved