Calabria7

Ucciso a spragate per 3000 euro, ritrovato in una pozza di sangue

incidente a catanzaro

L’uomo colpito dal rapinatore con un bastone o una spranga è morto in ospedale

Il titolare di una sala giochi di Legnago (Verona) è rimasto ucciso durante una rapina compiuta nel suo locale. Il fatto è accaduto la scorsa notte. L’uomo, 60enne, originario della provincia di Brescia, ma da tempo trasferito nella bassa veronese, è stato aggredito da un uomo a volto coperto, armato di un bastone o una spranga che, dopo essersi fatto aprire la porta del retro, lo ha colpito violentemente provocandogli un grave trauma cranico.

Dopo avere trafugato l’incasso di circa tremila euro, il rapinatore si è dileguato facendo perdere le sue tracce. Il 60enne è morto poco dopo il trasporto in ospedale in seguito alle gravi ferite riportate. Il suo corpo è stato scoperto dalla socia in affari che abita nello stesso stabile e che, entrando nel locale, lo ha trovato a terra in una pozza di sangue. Sul caso stanno indagando i militari del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Verona insieme ai colleghi della Compagnia di Legnago.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Crisi di governo, Mattarella affida l’incarico esplorativo a Roberto Fico

Antonio Battaglia

Coronavirus, Boccia: “In caso di emergenza decide lo Stato, non le Regioni”

Mirko

Uccide la nonna per 15 euro e torna in discoteca a ballare

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content