Predisse il covid: ora il mago, battezzato il Nostradamus moderno “vede” la terza guerra mondiale

Nel 2024, ci saranno tre giorni di oscurità connessi agli impulsi elettromagnetici nel settore delle telecomunicazioni e della guerra
Guerra in Ucraina

L’avevano battezzato il “Nostradamus moderno” e il nuovo mago delle profezie ora prevede niente meno che lo scoppio di una specie di Terza guerra mondiale e un blackout globale della tecnologia. Prima di archiviare le sue previsioni a folklore, bisognerà considerare che Athos Salome’, 36 anni, parapsicologo brasiliano, è considerato uno che in passato ha azzeccato alcune previsioni: avrebbe previsto in largo anticipo la pandemia da coronavirus, l’acquisto di Twitter da parte di Elon Musk e la morte della regina Elisabetta.

Adesso il nuovo Nostradamus, stando a quanto riferito dal Daily Mail, ha messo in guardia dai pericoli che la corsa agli armamenti tecnologici potrebbe produrre nei prossimi mesi. Nel 2024, sostiene, ci saranno “tre giorni di oscurità” connessi agli esperimenti legati allo sviluppo della tecnologia Emp, cioè degli impulsi elettromagnetici nel settore delle telecomunicazioni e della guerra. Salome’ evoca radiazioni elettromagnetiche ed esplosioni determinate da ordigni termonucleari detonati ad alta quota o fuori dall’atmosfera. In questo caso, dice, le tensioni tra Israele e Iran potrebbero portare potenzialmente a un conflitto su larga scala, “una situazione simile alla Terza guerra mondiale”.

Adesso il nuovo Nostradamus, stando a quanto riferito dal Daily Mail, ha messo in guardia dai pericoli che la corsa agli armamenti tecnologici potrebbe produrre nei prossimi mesi. Nel 2024, sostiene, ci saranno “tre giorni di oscurità” connessi agli esperimenti legati allo sviluppo della tecnologia Emp, cioè degli impulsi elettromagnetici nel settore delle telecomunicazioni e della guerra. Salome’ evoca radiazioni elettromagnetiche ed esplosioni determinate da ordigni termonucleari detonati ad alta quota o fuori dall’atmosfera. In questo caso, dice, le tensioni tra Israele e Iran potrebbero portare potenzialmente a un conflitto su larga scala, “una situazione simile alla Terza guerra mondiale”.

La guerra tecnologica capace di gettare il mondo nel caos

Il sistema Emp sarebbe progettato per distruggere i sistemi di informazioni e rendere inutilizzabili apparecchi elettronici, senza toccare persone o edifici. Una guerra tecnologica senza vittime reali ma capace di gettare il mondo nel caos e nel blackout globale, e che potrebbe interferire con i campi magnetici della Terra e creare impulsi capaci di distruggere o danneggiare infrastrutture. Con quali conseguenze per il genere umano non è chiaro. L’effetto immediato potrebbe portare al blocco delle forniture di acqua ed energia elettrica, e mettere fuori uso auto, computer, telefonini, sistemi di trasporto, servizi bancari, tutto quello che ha bisogno di energia per andare avanti.

  A meno che uno non viva isolato dal resto del mondo, e in mezzo alla natura, gli effetti, secondo il “profeta brasiliano”, riguarderebbero una vasta popolazione mondiale. E senza considerare il rischio che vengano innescati missili nucleari da lanciare a centinaia di chilometri sopra l’atmosfera. Durante la Guerra fredda Stati Uniti e Unione Sovietica avevano visto nel sistema Emp uno strumento per disattivare le infrastrutture nemiche senza causare danni diretti. Secondo il parapsicologo, l’intelligenza artificiale svolgerà un ruolo chiave. Il rischio, avverte, potrebbe innescarsi nel momento in cui Iran e Israele useranno l’IA per combattersi. Ma non sono i soli Paesi a esplorare questa frontiera. Anche altri, dagli Stati Uniti alla Corea del Nord alla Cina, stanno portando avanti ricerche per sfruttare le radiazioni elettromagnetiche. (AGI)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
Il gup nelle motivazioni della sentenza: "era a conoscenza dei rapporti tra 'ndrangheta e servizi segreti"
I genitori hanno scoperto casualmente un anno fa della malattia del figlio, dopo una serie di accertamenti
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved