Stretta su uso trojan e sequestri smartphone, Gratteri: “Grande favore a centri di potere e corrotti”

Nuovo affondo del magistrato calabrese sulle riforme introdotte dal governo sui temi della giustizia: "Siamo sempre più Africa del Nord"

“È un arretramento della democrazia e della libertà. Siamo sempre più Africa del Nord, con tutto il rispetto per l’Africa del Nord”. E’ quanto sostiene Nicola Gratteri, procuratore capo di Napoli, in un’intervista a Il Fatto Quotidiano dove commenta le riforme introdotte dal governo e dalla maggioranza sui temi della giustizia.

“Complicato fare indagini sui reati contro la Pubblica amministrazione

“Non consentire l’uso del trojan come strumento per le intercettazioni nelle indagini contro la PA, e in particolare la corruzione, è – prosegue – un grave danno all’accertamento della verità e un grande favore ai centri di potere e a chi di corruzione vive. Sui ‘bavagli’ ai giornalisti dico che è un trend da anni. Ma i cittadini, per poter fare scelte consapevoli, hanno diritto di sapere cosa accade sul loro territorio”. Nelle ultime settimane – spiega Gratteri – è arrivato anche il via libera alla stretta sui sequestri di smartphone e pc. Sarà necessaria, come per le intercettazioni, l’autorizzazione del Gip. “Gli effetti sono drammatici oltre che potenzialmente nocivi. Nocivi perché chi mi assicura che tra il sequestro e la successiva clonazione un informatico non riesca a resettare da remoto la memoria del telefono? Drammatici perché si dilatano i tempi, appesantendo il lavoro dei Gip, già oberati, che devono sia autorizzare il sequestro sia disporre la ‘clonazione’ della memoria dei supporti sequestrati, dopo un’udienza in contraddittorio con le parti”. Secondo Gratteri “con queste riforme, unite alla legge Cartabia, fare indagini diventa veramente complicato e alla fine si perseguiranno solo i reati semplici da provare. Contrastare i reati contro la PA – conclude – sarà molto difficile”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
E' stata avvistata a poca distanza dalle coste di Briatico, l’esemplare era in evidente stato di difficoltà
Vincitore del primo premio e di tutti i premi speciali in alcuni dei più prestigiosi concorsi internazionali per pianoforte
Datisi alla fuga, i malviventi hanno effettuato dei prelievi in due distinti uffici postali di Crotone per un totale di 850 euro
Il cancro del colon-retto rappresenta in Italia la terza neoplasia negli uomini e la seconda nelle donne.
Il governatore sottolinea l'importanza delle risorse ottenute in seguito all'accordo con il Ministero dell'Ambiente
In evidente stato di shock è stata affidata ai sanitari del Suem118 e trasportata in ospedale per accertamenti
L’attività di monitoraggio è andata avanti per tutta la notte e ancora in queste ore le strutture sul territorio sono allertate e pronte ad intervenire
Al convegno è intervenuto anche il procuratore di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri, che ha parlato del ruolo egemone della ‘ndrangheta nel narcotraffico
L’ipotesi più accreditata al momento è che sia stata colpita per errore dal proiettile. La donna è morta questa mattina in ospedale
Si cerca una soluzione rapida ed efficace della problematica. Al vertice in Prefettura parteciperanno Comune, Regione e Corap
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved