L'Intervista

Comunali a Vibo, Romeo trascina la sanità nello scontro politico e il centrosinistra “marcia” unito contro Occhiuto

Al centro del dibattito politico di queste ultime ore la grave crisi che sta attraversando il Sistema sanitario pubblico vibonese

Cresce l’attesa per il voto dell’8 e 9 giugno. Ore frenetiche si stanno vivendo nella sede del Comitato elettorale del candidato a sindaco del centrosinistra Enzo Romeo. L’ex presidente della provincia di Vibo Valentia, in queste ore, insieme ai suoi più stretti collaboratori sta cercando di chiudere le quattro liste (Partito Democratico, Centro studi- Progetto Vibo, Movimento Cinque Stelle e Progressisti per Vibo) che lo sosteranno nella corsa alla poltrona di primo cittadino di palazzo “Luigi Razza”.

Nonostante si avvicini la scadenza di presentazione delle liste, fissata per il prossimo sabato, il candidato a sindaco del centrosinistra rimane sempre attento sui gravi problemi che attanagliano la città capoluogo di provincia. L’ultima pesante denuncia dell’ex presidente e della sua coalizione è la grave crisi che sta attraversando il Sistema sanitario pubblico vibonese. Per stigmatizzare le numerose criticità dell’ospedale “Jazzolino” il popolo di sinistra ha portato la protesta proprio davanti al nosocomio cittadino organizzando un riuscitissimo sit-in. “Niente di personale – ha sottolineato Romeo – contro gli operatori sanitari che fanno i salti mortali per assicurare un servizio eccellente. La nostra protesta mira ad evidenziare lo stato di degrado in cui si trova la struttura ospedaliera sempre più carente di personale e posti letto. Fino adesso il presidente Roberto Occhiuto, commissario ad acta della Sanità, non ha saputo dare le risposte che i calabresi si aspettavano. Le liste di attesa, la chiusura dei reparti, il taglio dei posti letto, la carenza di personale e la mancanza di investimenti sono le gravi criticità di un sistema ormai in ginocchio. Cosa ancora più grave è il forte ritardo – ha rimarcato – che sta accumulando la costruzione del nuovo presidio ospedaliero. Tacere su questi problemi significa diventare complici di una classe politica che si sta dimostrando incapace di guidare il governo della Regione”. Il presidente Romeo, davanti ai suoi sostenitori, ha assicurato che la Sanità pubblica sarà una delle sue priorità nel governo della città capoluogo.

Nonostante si avvicini la scadenza di presentazione delle liste, fissata per il prossimo sabato, il candidato a sindaco del centrosinistra rimane sempre attento sui gravi problemi che attanagliano la città capoluogo di provincia. L’ultima pesante denuncia dell’ex presidente e della sua coalizione è la grave crisi che sta attraversando il Sistema sanitario pubblico vibonese. Per stigmatizzare le numerose criticità dell’ospedale “Jazzolino” il popolo di sinistra ha portato la protesta proprio davanti al nosocomio cittadino organizzando un riuscitissimo sit-in. “Niente di personale – ha sottolineato Romeo – contro gli operatori sanitari che fanno i salti mortali per assicurare un servizio eccellente. La nostra protesta mira ad evidenziare lo stato di degrado in cui si trova la struttura ospedaliera sempre più carente di personale e posti letto. Fino adesso il presidente Roberto Occhiuto, commissario ad acta della Sanità, non ha saputo dare le risposte che i calabresi si aspettavano. Le liste di attesa, la chiusura dei reparti, il taglio dei posti letto, la carenza di personale e la mancanza di investimenti sono le gravi criticità di un sistema ormai in ginocchio. Cosa ancora più grave è il forte ritardo – ha rimarcato – che sta accumulando la costruzione del nuovo presidio ospedaliero. Tacere su questi problemi significa diventare complici di una classe politica che si sta dimostrando incapace di guidare il governo della Regione”. Il presidente Romeo, davanti ai suoi sostenitori, ha assicurato che la Sanità pubblica sarà una delle sue priorità nel governo della città capoluogo.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved