Minacce di morte alla convivente e al figlio minore, divieto di avvicinamento per un calabrese

La donna, esasperata dalle continue violenze, aveva maturato la decisione di interrompere il rapporto, ma questo non è bastato a placare l’atteggiamento aggressivo dell’uomo
divieto di avvicinamento

La Polizia di Cosenza ha dato esecuzione all’ordinanza di misura coercitiva che dispone il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla ex compagna a carico di un 30enne cosentino, con precedenti di Polizia. Il provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Cosenza, è l’epilogo di una intensa attività info-investigativa condotta dagli uomini della locale Squadra Mobile coordinati dalla Procura della Repubblica di Cosenza.

Gli agenti hanno potuto accertare che l’indagato aveva posto in essere condotte di maltrattamento, reiterate nel tempo, nei confronti della propria convivente. Quest’ultima, esasperata dalle continue violenze subite, aveva maturato la decisione di interrompere il rapporto, circostanza che non era bastata a placare l’atteggiamento aggressivo dell’uomo che aveva continuato a minacciare la stessa ed il proprio figlio minore, attraverso messaggi di morte. L’esecuzione del provvedimento impone all’indagato di non avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla donna ed in particolare alla dimora e al luogo di lavoro.

Gli agenti hanno potuto accertare che l’indagato aveva posto in essere condotte di maltrattamento, reiterate nel tempo, nei confronti della propria convivente. Quest’ultima, esasperata dalle continue violenze subite, aveva maturato la decisione di interrompere il rapporto, circostanza che non era bastata a placare l’atteggiamento aggressivo dell’uomo che aveva continuato a minacciare la stessa ed il proprio figlio minore, attraverso messaggi di morte. L’esecuzione del provvedimento impone all’indagato di non avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla donna ed in particolare alla dimora e al luogo di lavoro.

“Il tutto – precisa la Polizia – si comunica nel rispetto dei diritti dell’indagato (da ritenersi presunto innocente in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile ) al fine di garantire il diritto di cronaca”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La moto, mentre superava una fila di veicoli, si è scontrata con la vettura che stava cercando di fare inversione
La spesa complessiva si è mantenuta sostanzialmente sui livelli dello scorso anno
Il Pontefice è entrato nella Basilica di San Pietro sulla sedia a rotelle per la Veglia di Pasqua
L'allarme è stato dato dal genero dell'uomo che vive, con la moglie, al piano superiore della palazzina
Il ragazzo è stato soccorso dal 118 e trasportato al Policlinico, dove è stato sottoposto ad intervento chirurgico. I medici si sono riservati la prognosi
A rivelarlo un report realizzato dalla Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica italiana
La messa non prevede l'omelia del Pontefice, che subito dopo la celebrazione impartirà la benedizione Urbi et Orbi con la concessione dell'indulgenza plenaria ai fedeli
La polizia locale ha eseguito i rilievi del sinistro. Le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco sono terminate dopo circa tre ore
Dieci, tra cui un bimbo di otto anni, sono state costrette al trattamento in camera iperbarica. Nessuna è in gravi condizioni
Nessuna proroga nel privato, resta aperta la strada degli accordi individuali tra azienda e lavoratori. Il parere degli psicologi: "Da casa alta produttività, l'optimum è una forma mista tra presenza e in remoto"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved