Calabria7

‘Ndragheta e violenza, le telecamere di “Striscia la notizia” a San Luca

Le telecamere di Striscia la Notizia, storico programma di Canale 5, con l’inviato in bici Vittorio Brumotti hanno visitato “la mamma”. Brumotti, è stato a San Luca, paese del reggino dal quale provengono le più importanti famiglie della ‘ndrangheta calabrese. Noto per la guerra tra i clan Nirta-Strangio e Pelle-Vottari  San Luca è un paese segnato, con zone degradate, piene di immondizia lasciata per strada e caselli stradali pieni di fori di proiettili che fanno a botte con le altre immagini mandate in onda di auto dilusso e champagne. La gente si è nascosta davanti le camere, non vuole parlare. A essere disponibili sono i ragazzini che si vantano col conduttore  di sapere costruire molotv , sparare con la carabina. I “bambini soldato” che crescono ancora con la mentalità distorta che la ‘ndrangheta sia l’unica via possibile. Gli stessi bambini che alla vista di una macchina delle forze dell’ordine gridano “i porci”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

‘Ndrangheta: estradato dalla Francia Mario Miceli

Matteo Brancati

La “Calabria che Vogliamo”, il 15 settembre costituzione e “tutti a Polsi” contro Morra

Danilo Colacino

Giornata della Prevenzione Sismica a Catanzaro, Lamezia e Falerna

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content