Processo “Eleo” contro la cosca di Petilia, 8 condanne e 2 assoluzioni

Oltre a vari episodi di estorsione, usura, detenzione di armi e danneggiamenti, al presunto capo clan veniva contestato anche di essere il mandante di un omicidio
cosca petilia

Si è concluso con otto condanne e due assoluzioni il processo celebrato con rito abbreviato davanti al giudice distrettuale dell’udienza preliminare di Catanzaro scaturito dall’operazione Eleo, con la quale nel gennaio dello scorso anno è stata fatta luce sulle attività criminali della cosca di Petilia che farebbe capo al 62enne Rosario Curcio.

Oltre a vari episodi di estorsione, usura, detenzione di armi e danneggiamenti in quella indagine veniva contestato a Curcio anche di essere il mandante dell’omicidio di Massimo Vona, allevatore di Petilia Policastro, scomparso nel nulla il 30 ottobre del 2018. Ebbene da questa accusa Rosario Curcio è stato assolto oggi dal gup distrettuale, come peraltro aveva chiesto lo stesso pubblico ministero nella sua requisitoria. Assolto anche dall’accusa di associazione mafiosa considerato che i fatti contestati erano gli stessi per i quali Curcio era già stato condannato nel processo Tisifone, indagine dalla quale è poi scaturita anche l’indagine Eleo. A Curcio, per due episodi di estorsione e uno di furto aggravati dalle modalità mafiose sono stati inflitti 8 anni e 8 mesi di reclusione.

Oltre a vari episodi di estorsione, usura, detenzione di armi e danneggiamenti in quella indagine veniva contestato a Curcio anche di essere il mandante dell’omicidio di Massimo Vona, allevatore di Petilia Policastro, scomparso nel nulla il 30 ottobre del 2018. Ebbene da questa accusa Rosario Curcio è stato assolto oggi dal gup distrettuale, come peraltro aveva chiesto lo stesso pubblico ministero nella sua requisitoria. Assolto anche dall’accusa di associazione mafiosa considerato che i fatti contestati erano gli stessi per i quali Curcio era già stato condannato nel processo Tisifone, indagine dalla quale è poi scaturita anche l’indagine Eleo. A Curcio, per due episodi di estorsione e uno di furto aggravati dalle modalità mafiose sono stati inflitti 8 anni e 8 mesi di reclusione.

Assolti Salvatore Bruno e Salvatore Caria. Gli altri imputati sono stati condannati a pene tra gli 8 e i 10 anni di reclusione per associazione mafiosa e altri reati.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Secondo le previsioni, l'adesione sarà massiccia e potrebbero saltare 1,5 milioni di visite, esami e interventi
Riconosciute tutte le aggravanti contestate dal pm: futili motivi, crudeltà e il fatto di aver compiuto il delitto durante la convivenza con la compagna
L'iniziativa mira ad alleviare le difficoltà di molte famiglie colpite dalla crisi economica
L'allarme è stato lanciato alle 15.45 e sul posto sono intervenuti l'elicottero del 118 e l'ambulanza con l'equipe medica
Lo comunica l'Arera spiegando che "la variazione è determinata interamente dalla diminuzione della spesa per la materia gas naturale"
La festività è stata vissuta anche quest'anno all'insegna della assoluta sobrietà con un pensiero particolare rivolto ai colleghi deceduti nel compimento del loro dovere
Nel corso della direttissima in Tribunale, è stato convalidato l'arresto e disposto l'ordine di presentazione giornaliero alla polizia giudiziaria
Cittadina marocchina ha giurato fedeltà alla Costituzione della Repubblica
Il giovane è in cella con un detenuto di 50-60 anni, un 'angelo custode', che in accordo con la direzione ha accettato di 'seguirlo'
Per i giudici si è trattato di duplice omicidio volontario più uno tentato
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved