Calabria7

Soppressione della Reumatologia pediatrica a Catanzaro, l’appello a Spirlì: “I bambini devono curarsi a casa loro”

consolante

La Reumatologia pediatrica rischia la chiusura. A nulla sono valsi gli appelli e le mobilitazioni dei genitori e delle associazioni di categoria, in particolare l’associazione Acalmar, guidata dal dottor Rosario Pugliano, per evitare che questa struttura così importante venga chiusa. E oggi, Pugliano, vuole rinnovare il suo appello rivolgendosi dopo il silenzio assordante delle istituzioni, direttamente al presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì: “Ci rifacciamo al suo importante e giusto messaggio e anche di speranza ‘che nessun calabrese dovrà più recarsi  fuori Regione per curarsi’, certamente un bel  dire che ci fa veramente ben sperare. Per questo fine, rivolgiamo a lei il nostro appello forte e accorato, unitamente alla preghiera di voler cortesemente intervenire a favore della nostra lotta che da tempo ormai stiamo sostenendo, con i signori responsabili della sanità calabrese, in merito alla soppressione della  ‘Reumatologia pediatrica presso presso l’ospedale Pugliese  Ciaccio di Catanzaro’. Speriamo che voglia tenere in considerazione questo nostro pressante e accorato appello nell’interesse dei pazienti reumatologici pediatrici e dell’apprensione e preoccupazione crescente delle tante mamme, per evitare che cessi l’unità operativa semplice di reumatologia pediatrica dell’ospedale Pugliese, l’unica esistente in Calabria, e che consentirebbe ancora la possibilità di cura nella propria Regione per i piccoli pazienti in disagio, affetti da tali malattie”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Cardinale, al via gli eventi estivi

Matteo Brancati

Conflenti, la scuola definita “villa bunker” fa infuriare i genitori

Danilo Colacino

Nuova scoperta sui terremoti dalle ricerche dell’Università della Calabria

Maria Teresa Improta
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content