Calabria7

Vaccini in Calabria, Occhiuto: “Risultati straordinari, senso di responsabilità dei cittadini”

Sanità in Calabria

“Sulla situazione pandemica sono preoccupato e contento. Preoccupato perché guido una Regione che ha una rete sanitaria fatiscente, provata da 12 anni di commissariamento, per cui la pressione sugli ospedali mi preoccupa. Allo stesso tempo, però, sono contento perché i calabresi si stanno vaccinando con grande senso di responsabilità”. Lo ha detto Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, intervistato da Serena Bortone all’interno della trasmissione “Oggi è un altro giorno”, in onda su Rai 1. “La Calabria è la prima Regione in Italia per incremento delle vaccinazioni rispetto ai target che ci ha dato il generale Figliuolo. Certo, quando mi sono insediato le percentuali erano molto basse, ma io ho tenuto aperti gli hub vaccinali mentre da altre parti si chiudevano. Non era ancora partita la somministrazione della terza dose e ho detto ai commissari delle Asp che li avrei giudicati in ragione delle performance che avrebbero ottenuto con le loro aziende nel vaccinare i calabresi”.

Rinnovati i contratti dei medici

“Ho rifatto i contratti con i medici di medicina generale, dicendo loro che avrebbero avuto 25 euro in più per ogni prima somministrazione. Così, dal primo di dicembre abbiamo fatto circa 120mila prime dosi in più. Poi, abbiamo sottoscritto un nuovo contratto con i pediatri, con degli incentivi rispetto all’incremento dei numeri sui bambini vaccinati. Ho fatto anche gli Open Vax days nelle scuole. In Calabria la mattina si studia e nel pomeriggio ci si vaccina negli istituti, con i medici e gli infermieri scelti tra i volontari-genitori degli alunni. In questo modo sono contente le famiglie e sono contenti i ragazzi. Su questo aspetto stiamo avendo risultati straordinari”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

La Polizia ricorda Vincenzo Panuccio: uomo di grande valore

Maurizio Santoro

International Nash Day, la giornata mondiale dedicata alle malattie del fegato

Mirko

Rissa tra studenti a Vibo, identificato uno dei presunti responsabili

Alessandro De Padova
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content