Calabria7

Concluso Consiglio regionale, approvati documenti contabili

Strage di Capaci

Con l’approvazione dei documenti contabili di alcune aziende, agenzie ed enti strumentali si sono conclusi i lavori odierni del Consiglio regionale.

Sono durati complessivamente un’ora e mezza. In particolare, l’Assemblea legislativa ha dato il via libera ai Rendiconti 2018 dell’azienda Calabria Verde, dell’Arsac, di Calabria Lavoro, dell’Aterp e dell’Arcea: tutti questi provvedimenti, che sono atti propedeutici ai documenti contabili della Regione, sono stati illustrati dal presidente della seconda Commissione Bilancio, Giuseppe Aieta, che ne ha chiesto l’inserimento all’ordine del giorno dopo aver specificato che “in Commissione sono stati approvati il Rendiconto della Regione e l’autorizzazione all’esercizio provvisorio per il 2020 ma i revisori dei conti non hanno ultimato l’esame del Bilancio consolidato e dell’Assestamento, quindi abbiamo dovuto aggiornare i lavori a lunedì 2 dicembre”.

Il Consiglio regionale, infine, ha approvato una proposta di legge di riconoscimento di due debiti fuori bilancio e due proposte di provvedimento amministrativo relative al Piano di azione coesione relative al Piano di azione coesione (Pac) 2007-2013,  al Por Calabria 2014-2020. Trattazione rinviata per alcune proposte di legge regionale – tra cui una in tema di gestione dei rifiuti e una in tema di agricoltura familiare – delle quali si dovrà valutare la compatibilità con il regime di “prorogatio” nel quale è entrato il Consiglio regionale. Rinviate anche alcune nomine nei collegi sindacali di Arsac, Calabria Verde e Fincalabra.

Redazione Calabria 7 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Impazza il totogiunta, ma nel sottobosco l’attenzione è per le “strutture” dei consiglieri regionali

Sergio Pelaia

Oliverio: “Il lavoro iniziato non si deve fermare”

manfredi

Fondo solidarietà comunale. Anci Calabria: “Riparto iniquo”

Carmen Mirarchi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content