Consiglio regionale, l’accusa del Pd al centrodestra: “Maggioranza pensa a mance elettorali”

Approvate diverse proposte di legge tra cui quella che prevede la possibilità per le partecipate di acquistare a prezzo di mercato i crediti del superbonus

Prima della conclusione dei lavori, il Consiglio regionale, ha approvato la “Modifica dello schema-tipo di convenzione tra la Regione e i Gruppi appartamento per l’erogazione di servizi socio-assistenziali”. Approvata, con l’autorizzazione al coordinamento formale, la proposta di legge dei consiglieri Pietro Molinaro, Giuseppe Gelardi, Filippo Mancuso, Pietro Raso (Lega), Luciana De Francesco (FdI) e Giuseppe Mattiani (FI) recante “Interventi per il trasferimento dei crediti fiscali derivanti dall’efficientamento energetico del patrimonio edilizio”. Una proposta con la quale si consente che la Regione, attraverso gli enti pubblici economici regionali e/o le società partecipate da essa controllate, possa svolgere un ruolo attivo nella gestione dei crediti fiscali derivanti da interventi previsti dall’art. 119 del Decreto Legge 19 maggio 2020 n. 34, relativi ad incentivi per efficientamento energetico, sisma bonus, fotovoltaico, colonnine di ricarica di veicoli elettrici”.

Nel corso dell’esame dell’articolato sono stati accolti due emendamenti proposti da Davide Tavernise (M5S) che ha ringraziato la maggioranza per il loro accoglimento. Approvata la proposta di legge dei consiglieri Filippo Mancuso (Lega) e Salvatore Cirillo (Coraggio Italia) di modifica alla legge recante “Norme per la tutela dei consumatori e degli utenti”.

Nel corso dell’esame dell’articolato sono stati accolti due emendamenti proposti da Davide Tavernise (M5S) che ha ringraziato la maggioranza per il loro accoglimento. Approvata la proposta di legge dei consiglieri Filippo Mancuso (Lega) e Salvatore Cirillo (Coraggio Italia) di modifica alla legge recante “Norme per la tutela dei consumatori e degli utenti”.

Stesso risultato ha ottenuto la proposta di legge, firmata da Giuseppe Neri (FdI) recante: “Modifiche alla legge regionale 3 ottobre 2023, n. 45 (Promozione del benessere degli animali d’affezione e prevenzione del randagismo). Al voto favorevole annunciato dal consigliere Pd Ernesto Alecci, per la lista De Magistris Ferdinando Laghi ha definito l’integrazione proposta dal provvedimento “opportuna, essendo questo – ha detto – un ambito di grandissimo interesse, e la pluralità dei soggetti coinvolti necessaria”.

Durante la seduta sono state approvate due mozioni: la prima di iniziativa dei consiglieri Giuseppe Gelardi, Filippo Mancuso, (Lega), Giuseppe Mattiani (FI), Pietro Molinaro e Pietro Raso (Lega) “In merito alla necessità di supportare con figure professionali qualificate e specializzate l’integrazione e lo sviluppo sociale degli allievi con disabilità” e l’altra dei consiglieri, Giuseppe Gelardi, Filippo Mancuso (Lega), Giuseppe Mattiani (FI), Pietro Molinaro e Pietro Raso (Lega) “In merito al riconoscimento dell’obesità come malattia cronica e all’inserimento delle relative terapie all’interno dei Livelli Essenziali di Assistenza”.

L’ultima votazione ha riguardato la proposta di legge, a firma del consigliere Pierluigi Caputo (Forza Azzurri) recante “Sostituzione del comma 1 dell’articolo 4 della legge regionale 22 dicembre 2017 n. 57”. “Modifiche ed integrazioni necessarie – ha spiegato nella sua relazione Giuseppe Mattinai (FI) – al fine di conseguire una razionalizzazione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica e una riduzione degli oneri a carico della finanza locale, garantendo, comunque i diritti degli assegnatari”.

Per mancanza di numero legale, è stata respinta la richiesta del consigliere di Fratelli d’Italia, Giuseppe Neri, di inserimento della proposta di legge recante “Modifiche alla Legge regionale 29 novembre 2019, n. 48 (Disposizioni in materia funeraria e polizia mortuaria)”, contro la quale, per l’intera giornata hanno protestato a sirene spiegate davanti a palazzo Campanella, molte imprese funebri della Calabria.

Pd: “Centrodestra usa Consiglio per campagna elettorale”

“Non soltanto la maggioranza di centrodestra continua a piegare le Istituzioni al proprio interesse rendendole teatro di campagna elettorale, con proposte di legge firmate da candidati alle prossime elezioni, ma non riesce neanche ad approvarle facendo volare, ancora una volta, gli stracci”. Lo afferma, in una nota, il Gruppo del Pd in Consiglio regionale, aggiungendo che “la campagna elettorale continua a condizionare pesantemente le istituzioni calabresi”. “Dopo la polemica tra la parlamentare Loizzo e il governatore Occhiuto, accusato dalla stessa di governare da uomo solo al comando e senza alcuna concertazione – aggiunge il Pd – oggi in Aula c’é stato l’ennesimo pessimo spettacolo che dimostra come la maggioranza sia implosa e che rimanga insieme soltanto per esercitare il potere. Lo scontro, stavolta, è avvenuto tra i consiglieri della Lega e il resto della maggioranza. Dopo l’approvazione di una proposta di legge volta a tirare la volata a Pasqualina Straface, candidata sindaco di Corigliano-Rossano, che già stata richiamata in Aula durante la seduta precedente e non approvata per la nostra opposizione e perché mancava la maggioranza qualificata, oggi un’ulteriore beffa. Mentre il consigliere Giuseppe Neri chiedeva l’inserimento all’ordine del giorno dell’ennesima proposta di legge dal sapore elettorale, alcuni consiglieri della Lega hanno abbandonato l’Aula, facendo venire meno il numero legale”.

“Si tratta – si afferma ancora nella nota – dell’ennesima pagina indecorosa di questa legislatura, che testimonia come la maggioranza di centrodestra non esista e che i partiti che la compongono abbiano costruito soltanto un cartello, senza alcuna comunione di intenti o comune visione, per conquistare e mantenere poltrone. Adesso che ognuno dei partiti ha necessità di ottenere consenso in solitaria, considerando che alle europee si vota con metodo proporzionale, i nodi vengono al pettine e il Consiglio regionale si trasforma in sede per comizi elettorali e regolamenti di conti”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved