Calabria7

Cosenza, il coronavirus rischia di far saltare la Fiera di San Giuseppe

Il coronavirus rischia di far slittare o saltare la storica Fiera di San Giuseppe, in programma nel mese di marzo a Cosenza. Annalisa Apicella, Presidente della Commissione Consiliare Attività Economiche e Crescita Urbana, nonché componente al Gruppo Consiliare Cosenza Positiva-FdI, ha convocato per lunedì 24 febbraio una riunione con gli altri membri della commissione per discutere dell’evento menzionato in precedenza, a rischio per la partecipazione di migliaia di persone provenienti da ogni parte dell’Italia.

La riunione, senza creare nessun tipo di allarmismo, servirà per discutere dei rischi che dovranno essere accertati e valutati insieme agli organi sanitari. “Non v’è dubbio -scrive la stessa Apicella in una nota- che la mobilità delle persone, l’approvvigionamento delle merci da parte degli ambulanti presso distributori di diverse nazionalità, senza avere la certezza di aver osservato il periodo di quarantena, aumenta il rischio di contagio ed il suo proliferarsi. A ciò si aggiunga la promiscuità di migliaia di avventori in fiera che possono determinare una diffusione incontrollata del virus. Tutto ciò, senza determinare ossessioni paranoiche, impone una attenta valutazione della situazione affinchè il Sindaco e le Autorità di sicurezza pubblica adottino le scelte più idonee onde evitare rischi sanitari. Nei prossimi giorni verranno auditi anche esperti in virologia per ponderare tutto al meglio e garantire la sicurezza dei cittadini”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Parco archeologico antica Sibari, Papasso: “In totale abbandono”

Maurizio Santoro

Fine 2020, il messaggio di Abramo: “Stringiamoci idealmente per superare gli ostacoli”

Mirko

La ‘ndrangheta fattura 55 miliardi di euro: è attiva in 30 Paesi

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content