Doppio scacco alla ‘ndrangheta in Calabria, il plauso di Wanda Ferro: “Inferti durissimi colpi alle cosche”

"Magistratura e forze dell’ordine calabresi restituiscono sicurezza ai territori e libertà ai cittadini e agli imprenditori"
cuda umg

“Con due distinte operazioni portate a segno da Polizia e Carabinieri, lo Stato ha inferto durissimi colpi alle cosche di ‘ndrangheta che operavano su diversi territori della Calabria”. Queste le prime parole di soddisfazione espresse, attraverso una nota, dal sottosegretario all’Interno Wanda Ferro (FDI).
“Il blitz ‘Scolacium’ condotto dai Carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro con il coordinamento della Procura distrettuale antimafia guidata dal procuratore Vincenzo Capomolla, che ha portato a 22 arresti (LEGGI QUI), ha consentito di colpire due organizzazioni ‘ndranghetistiche che, oltre a gestire il traffico di droga, soffocavano l’economia in alcuni centri della provincia, taglieggiando le attività imprenditoriali in diversi settori, da quello turistico-ricettivo a quello edilizio, a quello dell’energia eolica”.

“Il controllo del territorio attraverso il racket delle estorsioni era anche il cuore delle attività dell’articolazione di ‘ndrangheta colpita con l’operazione ‘Gallicò’ condotta dai Carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria e dalla Squadra Mobile della Polizia di Stato, con il coordinamento della Dda guidata dal procuratore Giovanni Bombardieri, che portato all’esecuzione di 18 misure cautelari e ha anche consentito di fare luce su un omicidio del 2019 (LEGGI QUI).
Rivolgo un plauso e sinceri sentimenti di gratitudine alla magistratura e alle forze dell’ordine calabresi, che con il loro operato – anche superando una ancora insufficiente disponibilità alla collaborazione delle vittime e spesso anche la connivenza di pezzi della cosiddetta società civile – restituiscono sicurezza ai territori e libertà ai cittadini e agli imprenditori”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Un velista spagnolo disperso e due diportisti soccorsi da Guardia Costiera a Roccella Ionica e Crotone
Era stato rilasciato dal carcere di Vibo con l'obbligo di dimora ma aveva fatto perdere le proprie tracce
Si tratta dell'indagine della Procura di Vibo sui rifiuti smaltiti illecitamente nei terreni agricoli. Undici gli indagati
Il suo movimento “Sud chiama Nord” accanto al candidato a sindaco di Centro Francesco Muzzopappa
La Corte di assise di Catanzaro spiega, nel motivare la sentenza, le ragioni dell'esclusione dei futili motivi e della premeditazione
Entrambi erano finiti a processo dopo una denuncia presentata dalla minoranza nel 2020. Il Tribunale di Vibo: "Il fatto non sussiste"
Superficie di 10mila metri quadrati modificata in maniera permanente tramite terrazzamenti alti più di 20 metri
L'appello a Occhiuto da parte dei cardiopatici. L’equipe medica dello Jazzolino va messa nelle condizioni di poter effettuare anche interventi di rivascolarizzazione
Epicento a quattro chilomentri a Sud di Cittanova. La scossa è stata avverita distintamente dalla popolazione
"Nessun ordine di allontanamento è giustificabile per l'unica imbarcazione che ha adempiuto al dovere assoluto di soccorso in mare"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved