Per il ponte di primavera forte aumento dei prezzi per chi viaggia, la scelta ricade su mete nazionali

Forti aumenti di prezzi e tariffe in tutto il comparto turistico e dei trasporti, con un aggravio di spesa da 780 milioni di euro
codacons

Circa il 10,5 % in più rispetto allo scorso anno costeranno i ponti di primavera agli italiani rispetto a causa dei forti aumenti di prezzi e tariffe in tutto il comparto turistico e dei trasporti, con un aggravio di spesa da 780 milioni di euro. Lo afferma Assoutenti, che fornisce le stime sulle spese che attendono le famiglie in vista delle festività del 25 aprile dell’1 maggio.

“A pesare sui ponti saranno quest’anno i rincari che stanno interessando tutto il comparto turistico, e che toccano ogni aspetto delle vacanze: i pacchetti vacanza, ad esempio, hanno registrato nell’ultimo mese un aumento del +8,2% su base annua, ma sensibili rincari riguardano anche gli alberghi, che hanno ritoccato le tariffe del +6,9%, e gli alloggi in altre strutture (b&b, case vacanza, ecc.), che segnano un +8,4% su anno. Proibitivo spostarsi in aereo: i voli nazionali aumentano del 19,1% rispetto al 2023, quelli europei del 16,5%, +7,3% i voli internazionali. Non andrà meglio a chi sceglie il treno: i biglietti rincarano dell’8%, mentre autobus e pullman salgono del 4%. Chi si sposterà in auto dovrà fare i conti con gli ultimi rialzi dei carburanti: la verde è aumentata del +8,3% da inizio anno, con un pieno che costa circa 7,5 euro in più”, emerge dall’analisi di Assoutenti. I ponti di primavera costeranno così agli italiani circa il 10,5% in più rispetto allo scorso anno, determinando a parità di consumi una stangata da circa 780 milioni di euro su chi si metterà in viaggio nei prossimi giorni”, afferma il presidente Gabriele Melluso.

Il caro prezzo sui viaggi

Per i pacchetti vacanza +8,2%; alberghi e motel +6,9%; alloggio in altre strutture +8,4%; parcheggi +2,4%; pedaggi +1,9%; treni +8,0%; pullman +4.0%; voli nazionali +19,1%; voli europei +16,5%; voli internazionali +7,3%; parchi di divertimento +4,0%: musei, monumenti storici +3,7%; ristoranti +3,8%; bar +3,2%; gelaterie +3,9%; fast food +3,8%.

La scelta delle mete nazionali

Un italiano su tre (34%) farà ponte in occasione del 25 aprile, sfidando le previsioni meteo negative con il ritorno del freddo dopo un’estate anticipata. Ad affermarlo è l’indagine Coldiretti sui ponti di primavera. La stragrande maggioranza degli italiani sceglierà località nazionali che consentono di ottimizzare il tempo limitato a disposizione, dal mare alle città d’arte fino alla campagna e alla montagna. L’alloggio preferito sono le abitazioni di proprietà o di parenti ed amici seguite da alberghi e dai bed and breakfast. Gettonatissimi gli agriturismi. “I risultati dei ponti di primavera – spiega la Coldiretti – rappresentano un segnale importante per la stagione turistica estiva quasi alle porte nonostante le preoccupazioni legate alla difficile situazione 

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Falcomatà :"Siamo veramente stanchi. Un impianto sportivo in periferia, abbandonato da tempo e in cui c'era l'attenzione del quartiere"
Alle 12 di oggi era previsto il sorvolo di prova delle Frecce Tricolori. La manifestazione è stata annullata
E' stato ritrovato all'interno della sua automobile. Ancora da chiarire le cause e le modalità del decesso
Un fenomeno drammatico e particolarmente preoccupante. La Polizia fornisce i numeri per consentire l'avvio immediato delle ricerche
Si terrà venerdì 31 maggio nell’Auditorium del Campus “Salvatore Venuta”, all’Università “Magna Graecia” di Catanzaro
E' stata avvistata a poca distanza dalle coste di Briatico, l’esemplare era in evidente stato di difficoltà
Vincitore del primo premio e di tutti i premi speciali in alcuni dei più prestigiosi concorsi internazionali per pianoforte
Datisi alla fuga, i malviventi hanno effettuato dei prelievi in due distinti uffici postali di Crotone per un totale di 850 euro
Il cancro del colon-retto rappresenta in Italia la terza neoplasia negli uomini e la seconda nelle donne.
Il governatore sottolinea l'importanza delle risorse ottenute in seguito all'accordo con il Ministero dell'Ambiente
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved