Calabria7

Presidente del Consiglio regionale incontra il Corecom: “Insieme a tutela dei diritti delle persone”

“Al Corecom, chiamato a svolgere delicate funzioni di governo, garanzia e controllo in materia di comunicazioni e che, oltre a fornire consulenze sul settore alla Regione, è titolare di funzioni proprie e delegate dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom), annettiamo una grande importanza. Agendo, ognuno per la propria responsabilità ma in un clima che privilegi le sinergie e la leale collaborazione, sono certo che si farà un ottimo lavoro”. L’ha detto il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso, incontrando a Palazzo Campanella il presidente e i due componenti del “Comitato regionale per le comunicazioni” (nominati di recente), rispettivamente Fulvio Scarpino, Mario Mazza e Pasquale Petrolo. All’incontro ha partecipato il dirigente del Corecom dottor Maurizio Priolo. Ha aggiunto il presidente Mancuso: “La questione della tutela dei diritti e delle libertà fondamentali in rete e il ruolo assegnatogli nella risoluzione di controversie in materia di web e di liti tra utenti e operatori, che spesso possono essere risolte più velocemente e in modo economico con la via stragiudiziale, rendono il Corecom un organo prezioso”.

Le sfide del Corecom

Dal canto suo, il presidente Scarpino si è detto “consapevole delle sfide cui il Corecom è chiamato. Prima fra tutte l’affermazione delle regole circa il rispetto della comunicazione. In tal senso, siamo orgogliosi di portare avanti la terza edizione del Concorso ‘Gonfia la Rete, Vinci sul Web’(2022), che ha l’obiettivo di promuovere un utilizzo consapevole del Web. Solo chi è in possesso delle giuste conoscenze – ha detto – può navigare in relativa serenità, sfruttando le immense opportunità della rete e tutelandosi, al contempo, dai suoi fenomeni deleteri, quali, in particolare: Cyberbullismo, Revenge porn, Fake news, Hate speech”.
Nella sua prima seduta di lavoro, il Corecom ha approvato 67 deliberazioni relative ai procedimenti di definizione delle controversie fra l’utenza e gli operatori telefonici, quale arretrato formatosi nel periodo di vacatio. Riguardo al “ConciliaWeb”, che rappresenta un progetto importante per avvicinare i cittadini alle Istituzioni, il Corecom intende divenire sempre più “amico” dei cittadini e attento alla tutela dei loro diritti. Soprattutto quella fascia di popolazione non informatizzata e non in grado di gestire procedure telematiche.
Su richiesta del presidente Mancuso, il presidente Scarpino ha assicurato che “sarà predisposto e consegnato a breve il Piano delle attività del Corecom, cosi come prevede la sua legge istitutiva”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sanità, “Sul” proclama stato di agitazione all’Annunziata di Cosenza

Mirko

Tirocinanti calabresi, Persico (Cisal): “Sbloccare il bando per procedure selettive nei ministeri”

Alessandro De Padova

Comune Serra San Bruno stabilizza 54 ex Lsu

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content