Lettera del presidente del Consiglio comunale di Vibo: “Abbiamo dato inizio alla rinascita della città”

Rino Putrino fa il punto sui cinque anni di amministrazione ed esalta il coraggio del sindaco uscente: "Indenne da Rinascita Scott e Pandemia"

di Rino Putrino* – Nei cinque anni che ci lasciamo alle spalle, questa Sala è stata il centro della Città in una fase politico istituzionale che ha dato inizio alla rinascita, come araba fenice, di un Ente locale ormai pronto a modificare i propri connotati che lo relegavano tristemente in una pagina di storia colma di pieghe e contraddizioni. Con l’impegno del Consiglio, delle 5 Commissioni Consiliari Permanenti, della Giunta, degli Uffici Comunali e di un Sindaco Gladiatore, la legislatura può considerarsi trascorsa; partecipo a tutti sentimenti di ringraziamento per l’attività svolta, nella sana convinzione che ognuno ha agito per il bene comune.

Ho felicemente constatato in più occasioni quanto la polemica, sale della politica, abbia lasciato spazio alla riflessione, funzionale alla volontà di interpretare un’esigenza, un progetto, un obiettivo il più possibile vicini alle attese dell’intera Comunità. Come ben sapete non è mio costume affidare a discorsi ufficiali molto più che qualche concetto; sin dall’inizio ho sempre creduto nella lealtà dei ruoli di ciascuno, in primis di questo Sindaco al quale vanno riconosciute onestà intellettuale e, maggiormente, doti di caparbietà, autorevolezza, coraggio ed ardore politico indispensabili, allorquando Maria Limardo, indenne da Rinascita Scott e Pandemia, circostanze capaci di tarpare le ali e demolire i garretti del mitico Pegaso, ha deciso, con successo, di traghettare il Comune sulla sponda del risanamento, attività quest’ultima ineludibile al vero cambiamento che possa rispondere alle attese, alle speranze ed ai bisogni di questa Città che ha intrapreso il percorso  del rinnovamento, nel rispetto delle sue tradizioni. 

Ho felicemente constatato in più occasioni quanto la polemica, sale della politica, abbia lasciato spazio alla riflessione, funzionale alla volontà di interpretare un’esigenza, un progetto, un obiettivo il più possibile vicini alle attese dell’intera Comunità. Come ben sapete non è mio costume affidare a discorsi ufficiali molto più che qualche concetto; sin dall’inizio ho sempre creduto nella lealtà dei ruoli di ciascuno, in primis di questo Sindaco al quale vanno riconosciute onestà intellettuale e, maggiormente, doti di caparbietà, autorevolezza, coraggio ed ardore politico indispensabili, allorquando Maria Limardo, indenne da Rinascita Scott e Pandemia, circostanze capaci di tarpare le ali e demolire i garretti del mitico Pegaso, ha deciso, con successo, di traghettare il Comune sulla sponda del risanamento, attività quest’ultima ineludibile al vero cambiamento che possa rispondere alle attese, alle speranze ed ai bisogni di questa Città che ha intrapreso il percorso  del rinnovamento, nel rispetto delle sue tradizioni. 

Sono grato a coloro i quali hanno deciso di eleggermi alla guida del Consiglio Comunale ed aver vissuto questa esperienza irta di difficoltà ed inconvenienti; se in questi anni sono emersi, talvolta, motivi di incomprensione, spero li abbiate metabolizzati piccola parte di un compito complesso, talora ingrato, ma sempre onorevole perché svolto a fianco di persone corrette ed appassionate. La politica è arte nobile e faticosa, richiede doti non comuni di entusiasmo ed abnegazione, mettendo a dura prova coloro i quali, in tale ambito, sono chiamati a prestare impegno e professionalità. Per tali motivi, nel momento in cui giunge al termine la mia esperienza alla guida di questo Consiglio Comunale, intendo esprimere un sentito ringraziamento a quanti hanno contribuito, a vario titolo, a rendere meno difficoltoso tale importante incarico istituzionale; nel merito, ringrazio il Segretario Generale dell’Ente, Domenico Libero Scuglia, presente quanto essenziale, competente quanto esaustivo, per me figura indispensabile, garanzia di legalità per ogni attività afferente questo Consiglio e non solo; ringrazio ancora il Vice Presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Policaro, sintesi puntuale di affidabilità, lungimiranza e sagacia politica.

Mi preme ancora menzionare i Dirigenti Comunali, nelle persone della  dott.ssa Claudia Santoro e dell’Ing. Claudio Le Piane ai quali intendo riconoscere le doti dell’ascolto e della disponibilità. Saluto la ormai quiescente dott.ssa Teti preziosa sempre e comunque, porgo il benvenuto al neo Dirigente, ing. Nisticò. Saluto affettuosamente tutti i dipendenti dell’Ente, veri artefici del funzionamento della macchina burocratico amministrativa dell’Ente; a loro voglio tributare il merito, seppur tra mille difficoltà della caparbietà con la quale, quotidianamente affrontano i mille problemi derivanti da una Città che vuole cambiare e continuerà a farlo grazie anche al loro impegno. Ringrazio l’Ufficio di Segreteria del Sindaco e, segnatamente, la dipendente Stella Ciancio, puntuale, presente, disponibile ad ogni interpello. Ulteriore e particolare ringraziamento alla mia squadra che, in periodo di vacche magre in termini di personale, sono riuscito a reclutare in ambito comunale; qui mi riferisco alla dott.ssa Michela Zappone, (segreteria Consiglio Comunale), serbatoio inesauribile di dinamiche e competenze amministrative, collaboratrice attenta che rimane prezioso patrimonio di questo Ente; in lei ho riposto la giusta fiducia, che mi ha consentito sempre la massima competenza e la tranquillità necessaria; proseguo con la figura di un dipendente esperto e navigato, seppur a me sconosciuto per molti aspetti come Luciano La Gamba, (segreteria Commissioni Consiliari), filtro di qualità, persona generosa e affidabile, lavoratore inesauribile, del quale ho avuto privilegio di assaporarne doti di  saggezza ed equilibrio che lo distinguono quotidianamente. In chiusura sento il dovere di augurare a chi mi seguirà in questo ruolo, con la nuova legislatura,  di coltivare insieme alla passione la pazienza, non trascurando di unire competenza ad impegno, confidando in quanti lo affiancheranno, svolgendo con altrettanta professionalità il loro lavoro, nel Palazzo Luigi Razza,  Casa di tutti i Vibonesi.  “schiena dritta e sguardo fiero”, così ha indicato il Sindaco, sempre e a prescindere; e questo Presidente ha restituito al proprio genitore la fierezza della gestione del ruolo istituzionale . Mi perdonerete un passaggio che ha poco di istituzionale, ma che desidero assolutamente fare, nel ringraziare la mia famiglia, quindi mai moglie e mio figlio, ai quali a volte è mancata la mia attenzione, visto l’impegno istituzionale che ha richiesto la mia presenza e la mia attenzione. Grazie davvero di cuore a tutti.

* Presidente del Consiglio comunale di Vibo

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved